2004
1
Ott

Dolce

Commenti () - Page hits: 1200

Eppure era lo stesso dolce di quando era bambino. Ma gli sembrava tanto più piccino e striminzito.

Non credeva si trattasse di una "naturale" razionalizzazione della spesa e quindi riduzione del prodotto da parte dell'azienda dettata dalle solite regole economiche: la ditta produttrice, o meglio quel laboratorio di pasticceria, non avrebbe fatto niente di simile, almeno per ora.

Il dolce gli sembrava lo stesso più piccolo, quasi striminzito.

Erano passati anche tanti anni da quando era stato bambino. Da quando si affrettava a ritornare da scuola per gustare il dolce che la nonna puntualmente gli riservava alla fine del pasto. Quello stesso dolce, appunto.

Erano passati nel frattempo anche la sua famiglia e la sua cara nonna, portandosi via fette del suo cuore e della sua anima, e allora lui se ne era fatta una nuova, di famiglia, con moglie e figli, e tutto funzionava. E intanto quel vecchio amore aveva continuato così a esistere aldilà della morte dei suoi cari.

Era certamente una questione di punti di vista. Era quel metro che innalzava il suo sguardo rispetto a quello di quando era bambino. Il dolce era lo stesso: era lui ad essere cambiato.

Allora dopo essersene tagliato una fetta chiuse gli occhi e assaporò in quel dolce, senza alcuna riduzione, lo stesso piacere, la stessa serenità e lo stesso sollievo di quando era fanciullo, ma anche qualcos'altro: un'eco lontana, un sussurro prossimo, le parole dell'antico amore che in quell'istante sospiravano il suo nome, con le voci dei suoi cari, della nonna, del papà e della mamma.

Allora dagli occhi socchiusi di quell'uomo e bambino cominciò a scendere, inconsapevole, una prima lacrima.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 89 millisecondi