2004
1
Ott

Paolo

Commenti () - Page hits: 1250

Paolo era entrato nella sua stanza lasciandosi cadere sul letto. Fuori dal suo mondo stava scoppiando un temporale: lampi, tuoni ed una pioggia scrosciante dettavano i battiti del suo cuore. Da quanto le sue gote non gustavano un sapore così acre, ma indispensabile; così caldo, ma triste.

Guardava la pioggia cadere e pensava a dove potesse essere suo padre; soltanto il giorno prima avevano discusso per la sua bocciatura e l'aveva considerato ingiusto. Ma lo fu ancora di più la falce che aveva reciso quel forte arbusto, fragile fiore davanti alla morte. Paolo l'aveva vista in faccia: due occhi di ghiaccio nascosti dietro quei fanali che puntavano contro di loro. Perché non aveva preso anche lui? Ora temeva che i suoi sogni sarebbero scomparsi in un'ombra incolore, proprio come aveva fatto suo padre; o sicuramente si sarebbero eclissati, tuffandosi in un mare di illusioni, dove il povero Paolo si sentiva costretto a galleggiare. Nessuno poteva più dargli la forza per cucire i suoi sogni con il filo della realtà. Aveva sempre creduto di amare il calcio, ricordando la libertà che nasceva nel suo cuore ogni volta che calciava un pallone, gridando in silenzio a chi non credeva in lui la sua passione. Perché diventare grandi significava urlare con dolore? Dov'era la sua guida? Dove la sua luce?

Poi, quando quel fulmine violento illuminò il buio dei suoi pensieri, corse fuori e prese al balzo quella sfida: calciò la palla con tutta la sua rabbia, riuscendo a far cadere i paletti che sarebbero dovuti cadere tanto tempo prima, e mai c'era riuscito. Non c'era nessuno a congratularsi con lui, nessuno a spingerlo a migliorarsi, perché era già migliore.

Era solo, con gli occhi pieni di lacrime, il cuore ormai maturo, e quella grande mano ad accarezzargli la spalla, in silenzio.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 322 millisecondi