2004
1
Ott

Il giorno Spakta

Commenti () - Page hits: 1300
Il bambino - Era un Giorno Spakta, e per noi voleva dire: niente scuola, e accompagnare il papà al corteo. Quel giorno in piazza c'era molta confusione. Quando il Beneamato apparve per il discorso, la gente non aspettò che finisse di parlare per applaudire, ma lo fischiò, dicendo brutte parole e tirando sassi, tanto che lui allargò le braccia e rientrò dietro le finestre.
Poi però al pomeriggio tutti si misero a far festa, e allora mi abbandonai all'allegria e mangiai anche tre focacce di ceci.
*
Il rivoluzionario
- Quel Giorno Spakta fu l'ultimo, amici! Una data storica. La gente di Ruam aveva ritrovato il proprio orgoglio. E l'ignobile dittatore che tentava in un ultimo disperato discorso di salvare la sua carica fu finalmente contestato, arrestato e giustiziato dal popolo!
*
Il boia - Dopo averne ammazzati tanti, per ordine suo, fu strano quando il dittatore mi fu portato davanti, legato, atterrito, e dovetti decapitarlo. “Aspettiamo almeno che sia passato il Giorno Spakta”, mi implorò. Ma io non potevo farci niente, e quelli avevano fretta, così andai a preparare la mannaia.
*
Jal Spakta - Quel giorno fui liberato dalle segrete. La dittatura è caduta, mi dissero, esci! Poi si accorsero che ero ormai storpio, e mi aiutarono a sollevarmi.
Parlavano di un Giorno Spakta... cos'è? - chiesi, e appresi che quel giorno era dedicato a me. Ufficialmente ero un eroe del regime ormai caduto, di quello stesso regime che mi aveva tenuto nascosto e torturato per dodici anni.
Mi trascinai fuori, e andai a sedermi contro il muro del Palazzo Vecchio. Alcuni uomini si avvicinarono e mi diedero da bere. Fu allora che vidi quel bambino che ballava, felice, con in mano un pezzo di focaccia, e niente mi era mai sembrato così bello.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Testi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 35 millisecondi