:: Home » Eventi » 2005 » Novembre
2005
30
Nov

Musica d'Autore di Paola Turci

di
Commenti () - Page hits: 900

MACOMER SI ILLUMINA IL 1° DICEMBRE “TRA I FUOCHI IN MEZZO AL CIELO” CON LA MUSICA D’AUTORE DI PAOLA TURCI – IL 2 A NUORO E IL 3 AD ALGHERO

Macomer inaugura dicembre con la musica d’autore di Paola Turci. Un grande evento per il capoluogo del Marghine (organizzazione Sardegna Concerti in collaborazione con l’Associazione Terzo Millennio) che ospiterà il 1° del mese al Teatro Costantino (inizio ore 21 - ingresso 10+1,5€ prevendita) la prima delle tre tappe isolane della cantautrice romana, un occasione imperdibile per ascoltare il suo nuovo album “Tra i fuochi in mezzo al cielo”. Un inedito viaggio verso zone emotive sinora inviolate della cantante che proseguirà il giorno seguente al Teatro Eliseo di Nuoro e il 3 al Teatro Civico di Alghero. Una scelta ben precisa, quella dei teatri, per la voce sensuale di Paola Turci. Niente di più adatto infatti delle atmosfere calde e raccolte per promuovere l’album pubblicato lo scorso settembre dalla On the Road Music Factory, e per raccontare, mettendosi a nudo, il suo viaggio sotterraneo, offrendo tematiche attuali su cui riflettere, come l’abbandono, il dolore del distacco, la perdita, la morte, la violenza, attraverso una scrittura profonda e musiche cariche di emozioni. Dieci i nuovi brani, i cui arrangiamenti ridotti all’essenziale dal pianoforte di Lucio Morelli, l’immancabile chitarra acustica di Paola, la batteria di Alessandro Canini, le percussioni di Sergio Quarta, le chitarre di Davide Aru e il basso di Andrea Rosatelli, trasudano straordinarie intuizioni armoniche e atmosfere un po’ fumose, mettendo l’accento sulla profondità dei testi che affrontano con garbo ma senza reticenze, argomenti forti quali la pedofilia e la morte . “Tra i fuochi in mezzo al cielo” c’è ossigeno, speranza, buona musica, forte desiderio di conoscersi e scoprirsi, senza veli, senza più imbarazzo.

Lo spettacolo si muove su un delicato equilibrio, cercando di far convivere le atrocità e la tenerezza del nostro quotidiano espresse in canzoni come Rwanda e Fiori di giardino da un lato e Volo così o Questa parte di mondo dall’altro.

I biglietti per i tre concerti nell’isola di Paola Turci sono disponibili presso i seguenti punti vendita : a Macomer da LOGOZZO in Via Puglia 1 (Conad), tel. 0785/747196; a Nuoro da BRILLANTINA, Corso Garibaldi 129, tel. 0784/35545; a Sassari presso TICKETOK, Via Tempio 65, tel. 079/2822015 e MESSAGGERIE SARDE in Piazza Castello 11, tel. 079/230028. Per informazioni /o prenotazioni da Cagliari rivolgersi al CALL CENTER di V. Sulis n° 41 – tel. 070/ 684275 (dal lunedì al venerdì 9.30/13.30 – 16.30/20.00; il sabato dalle 9.30 alle 13.30) , oppure al Box Office di V.le Regina Margherita 43 Cagliari - 070/657428.

“TRA I FUOCHI IN MEZZO AL CIELO”

Solo un anno fa per l’artista di Roma era calma apparente, oggi è calma ritrovata, serenità tangibile, dopo un duro lavoro di analisi su se stessa, che l’ha arricchita di nuove consapevolezze dandole la possibilità d i rischiare, di mettere in gioco più che mai se stessa e la sua profondità . Anticipato in agosto dall’uscita sui maggiori network radiofonici italiani con il singolo Dimentichiamo tutto, il nuovo album “Tra i fuochi in mezzo al cielo” si rivela più diretto e “audace” dei precedenti: l’autoanalisi ha aperto porte prima lasciate chiuse e fornito nuove parole per descriverle, nuovi strumenti per raccontarsi. Un album intimo, sincero, forte, interamente scritto dalla Turci e da lei prodotto insieme a Carlo U. Rossi, in cui l’autrice, liberata dalla paura di sbagliare e di farsi male, si svela senza più timori, affrontando senza vergogna temi, pensieri e sentimenti tenuti nascosti in passato. L’unica cover che chiude il cd è il brano affascinante di Leo Ferrè Tu non dici mai niente, interpretato poeticamente e magistralmente dall’autrice romana.

Rispetto ai lavori precedenti, l’ultimo mostra una predominanza del pianoforte (che affianca la chitarra acustica prima prediletta); spiega Paola: <<desideravo cercare una nuova lettura dei brani, aprirmi a nuove prospettive musicali; con Carlo Rossi condividevamo l’idea di base di un progetto musicalmente essenziale ed è stato lui a suggerire la centralità del pianoforte. Il suo contributo sul disco è stato molto importante, come lo è stato quello di Alessandro Canini: molti brani sono rimasti pressoché identici ai provini che avevamo registrato insieme>>. Sul piano personale Paola è da sempre impegnata socialmente. In questo disco però sostiene per la prima volta pubblicamente Ucodep, un’Ong che opera a favore dell’infanzia nel nord del Vietnam. E’ ancora lei a raccontare: “Ho conosciuto questa organizzazione attraverso un amico comune; sono strutturati come una grande famiglia, dove ognuno lavora con entusiasmo infaticabile, ma prima di chiedermi di sostenerli in qualche modo, mi hanno invitata a vedere di persona cosa fanno e dove operano. Abbiamo visitato quindi tre province nel Nord del Vietnam: lì manca l’acqua potabile e la gente, soprattutto bambini, si ammala e muore di malattie che in Occidente abbiamo debellato ormai da decenni. Ho deciso così di entrare in questa grande famiglia contribuendo alla promozione di questo progetto sull’ampliamento delle risorse idriche nel Vietnam settentrionale.”

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 215 millisecondi