:: Home » Eventi » 2005 » Ottobre
2005
5
Ott

Confini

di
Commenti () - Page hits: 850

Viaggio sui “Confini”

tra arte contemporanea, archeologia industriale, ecologia e antichi mestieri

 

L’ex cementificio S.i.c.l.i. di Gambettola (FC), dismesso nel 1989, ora centro artigianale “La Fabbrica”, è stato recuperato su iniziativa e progetto del designer Angelo Grassi. Con la mostra Confini che inaugura alle ore 15,30 del 15 ottobre Grassi apre al pubblico i suoi 6 mila metri quadrati di spazi industriali ridisegnati a fini produttivi e culturali nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

 

Confini è il titolo della collettiva, curata da Angelo Grassi in collaborazione con l’Associazione Openstudio di Faenza, che si svolgerà a partire dalle ore 15,30 del 15 ottobre fino al 30 ottobre 2005 nelle vecchie sale utilizzate per insaccare calce e cemento.

Ventiquattro artisti divisi per generazioni. Al piano superiore nella Sala dei Sacchi la nuova generazione (Oscar Dominguez, Massimiliano Fabbri, Heriz, Ana Hillar, Elisa Pavan, Patrizia Piccino, Mauro Santini, Stefano Tedioli) nella Galleria delle Colonne, al piano inferiore, quella precedente (Antonio Biancalani, Eros Bonamini, Maria Pia Campagna, Fabio Castellani, Roberto Zuccaro, Franco Daga, Guido Raffagli, Giorgio Laveri, Giovanni Lombardini, Vittorio Presepi, Matteo Pugliese, Tetsuro Shimizu, Vanni Spazzoli, Michele Taricco, Kenji Takahashi).

  

Il recupero dell’ex cementificio S.i.c.l.i., costruito nel 1910 e chiuso nel 1989 per problemi logistici ed ambientali, è un originale progetto di recupero di archeologia industriale dove gli ambienti e le vecchie macchine arrugginite sono in alcuni casi stati conservati tali quali, in altri casi riutilizzati. In questo modo i camini sono diventati stufe a legna e gli antichi sili, ancora incrostati dalla polvere di cemento, sale espositive.

  

“L’intento è stato quello – spiega Angelo Grassi -  di restituire l’attività produttiva ad un’area dismessa dalle forti potenzialità  secondo il principio del riuso dei materiali, degli spazi e dell’ecosostenibilità.

 

L’ex complesso industriale comprende un’area di 16mila metri quadrati di cui 7000 coperti.

I vecchi depositi delle materie prime sono stati restaurati e venduti a 16 attività artigianali.  Mentre il piano terra del corpo centrale è occupato dai laboratori dalle attività di progettazione di allestimenti e scenografie dello Studio Grassi. 

 

Il primo piano comprende un laboratorio scenico teatrale e un’aula magna adibita a corsi per la formazione professionale di artigiani e mestieri.

Gli spazi dove venivano insaccati la calce e il cemento sono invece stati trasformati in sale espositive.

 

Dove un tempo i macchinari impastavano le materie prime per la fabbricazione del cemento, nel punto più alto dell’edificio, è stato ricavato lo spazio per il dopo lavoro.

Il tetto è stato adibito ad osservatorio. Il cortile, un tempo solo cemento, ora comprende tre grandi aiuole con circa 70 alberi.

 

Il tutto assecondando il progetto di riqualificazione urbana di un paese che possiede meno di un metro quadrato di verde per abitante. 

 

In occasione dell’inaugurazione sarà possibile visitare l’intero edificio.

 

 

SCHEDA

Durata: 15-30 ottobre 2005

Cura: Angelo Grassi in collaborazione con l’Associazione Openstudio, Faenza (Ra)

Dove: Fabbrica, viale Carducci 119, 47035 Gambettola (FC) presso Centro Artigianale La Fabbrica,  Vicino alla Stazione Ferroviaria.

Informazioni: tel. 0547-52115, fax: 0547.59302, email: info@angelograssi.it

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20, sabato e domenica dalle 15 alle 20.

Ingresso: gratuito

Sito web: www.angelograssi.it

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 44 millisecondi