:: Home » Eventi » 2004 » Agosto
2004
17
Ago

I vincitori del Clorofilla Film Festival

di
Commenti () - Page hits: 850

Si è chiuso domenica 15 agosto il Clorofilla Film Festival, la rassegna cinematografica di Festambiente, manifestazione nazionale di Legambiente, inaugurata lo scorso 6 agosto.

Nella serata finale svoltasi nella cornice del festival all’interno del Parco della Maremma sono stati premiati i vincitori delle categorie in concorso (miglior film, miglior corto, miglior attrice e miglior attore). Dopo dieci giorni di proiezioni e di eventi collaterali come lo spettacolo sull’India di Giuseppe Cederna, la mostra sui set realizzati in Toscana e lo spazio riservato ai materiali di cento festival di cinema, il Clorofilla si è congedato dal suo pubblico con la consegna dei premi che ha avuto due madrine d’eccezione: le attrici partenopee Anna Bonaiuto e Iaia Forte.

 

Ma il festival ha avuto un’impronta marcatamente campana anche in due delle categorie premiate: a vincere il riconoscimento come miglior film è stato infatti Certi bambini di Andrea e Antonio Frazzi per aver saputo “raccontare una storia importante, forte e necessaria, con un linguaggio cinematografico di qualità, originale e creativo. “Certi bambini” descrive e spiega  le radici della violenza  e dell’orrore evitando tanto la tentazione del film-cronaca quanto moralismi e scorciatoie ad effetto, e colpendo con giusto equilibrio gli occhi, la testa e il cuore di chi osserva”.

A ritirare il premio è intervenuto Antonio Frazzi.

 

Miglior attore è risultato il salernitano Yari Gugliucci per E io ti seguo, il film di Maurizio Fiume sull’ultimo periodo di vita del giornalista Giancarlo Siani. Il premio è stato assegnato a Gugliucci “per aver interpretato un personaggio mai sopra le righe  indossando i panni  del protagonista nella sua quotidianità di antieroe”. Soddisfatto l’attore salernitano che ha dedicato il premio proprio a Siani Tra le donne invece è emersa Valeria Bruni Tedeschi nella sua opera prima E’ più facile per un cammello… “per essere riuscita a rendere gradevole con la sua interpretazione un po’ goffa un personaggio per sua natura non simpatico trasmettendo con leggerezza la nevrosi della protagonista”.

 

 

E’ un corto pugliese, il vincitore della categoria riservata alle opere brevi. Si tratta di Zinanà di Pippo Mezzapesa per “aver esplorato, con coraggio e risultati convincenti, una possibilità di comunicazione dello strumento-cortometraggio normalmente poco frequentata. Non la classica storia breve con colpo di scena finale, ma un aggraziato racconto di atmosfere. In pochi minuti, con più di un sorriso e tanta poesia, Zinanà rende allo spettatore l’immutabile dipanarsi del tempo in un piccolo paese del sud e l’altrettanto eterno restare “fuori squadra” del protagonista.

 

La giuria era formata dai giornalisti Emilio Guariglia, Riccardo Bruni, Alberto Celata, Peppe Ruggiero, Stefano Generali e dal giovane regista grossetano Stefano Chiodini. 

 

I vincitori devolveranno ad associazioni di volontariato i 500 euro messi a disposizione dall’associazione Ecopolis di Legambiente previsti per ogni categoria in concorso. E’ questa infatti la clausola che connota il premio Premio del festival intitolato a Paolo Cimoni, un volontario dell’associazione prematuramente scomparso. Il riconoscimento istituito nel 2003 dall’associazione ambientalista ha l’intento di mantenere un legame forte tra cinema e ambientalismo, cinema e solidarietà. Non solo con le proiezioni, ma anche con azioni concrete.

 

L’appuntamento con il Clorofilla e col suo cinema dal “volto umano” è per la prossima estate.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 86 millisecondi