:: Home » Eventi » 2005 » Agosto
2005
18
Ago

Halloween (quello vero!) a Riolo Terme

di
Commenti () - Page hits: 850

Società di Area “TERRE di FAENZA” www.terredifaenza.it

HALLOWEEN… QUELLO VERO!

A Riolo Terme si festeggia il Samhain, Capodanno celtico, secondo riti e culture della Romagna antica. In programma anche la cena celtica nella rocca del paese

 

Anche in Italia, seguendo la moda USA, in questi ultimi anni si festeggia Halloween come una sorta di “carnevale” fuori stagione, al motto “dolcetto o scherzetto!”.

Sulle colline delle “Terre di Faenza”, e precisamente nella città di Riolo Terme (Ra), questo evento, invece, ripropone i riti, le maschere, il mangiare rituale, i fuochi e la cultura della Romagna di un tempo molto antico. In questa zona, infatti, secondo la cultura celtica che qui era presente, il passaggio dal mese di ottobre a quello di novembre era considerato il Capodanno. Si credeva che i morti tornassero sulla terra per "rimettere tutto a posto" dopo la conclusione del ciclo produttivo agricolo e preparassero così il successivo.

 

Per far rivivere questa antica ed affascinante realtà a Riolo Terme, grazie alla Pro Loco locale e all’Amministrazione Comunale, sono in programma due eventi assolutamente unici e caratteristici: la cena celtica all’interno della Rocca (in programma il 22 ottobre) e la tredicesima edizione della Notte di Halloween - Capodanno celtico Samhain (in programma il 31 ottobre).

 

Elaborato dopo un’attenta serie di studi e di ricerche, il menù della Cena celtica rappresenta una rivisitazione (al giorno d’oggi sarebbe impensabile mangiare alcune pietanze dell’epoca!) di alcuni piatti rituali della tradizione romagnola al tempo dei celti. In un contesto di sicuro impatto e fascino, l’imponente Rocca che rappresenta il cuore di Riolo Terme, sarà così possibile degustare: torta di borragine in salsa di farro, gnocchi di zucca agli aghi di ramerino, spallotto speziato gallico con agliata bianca e salsa di prugne, fagiano ai porcini con cipolla alla brace e salsa nera, fugazza (focaccia) di farro, pane di noxi, mousse di castagne su culis di caki, mostaccioli con crema di ricotta, il tutto sorgeggiando idromele, vino di rose, caffè di farro.

Il menù è elaborato dallo chef  Monica Vincenti, in collaborazione con Nicolò Fenati e Donatella Bassetti.

Ad allietare la serata prenderanno vita anche spettacoli e musiche dal vivo della tradizione celtica.

 

 

 “…si credeva che durante la notte della vigilia, il 31 ottobre, i morti oltrepassassero le porte dell’altra dimensione e tornassero a camminare con i vivi e che anche altri esseri, benefici o maligni, potessero rendersi visibili sulla terra…”. È la notte di Halloween, è la festa di Samhain, festa che suggella la fine dell’anno nuovo e dunque è simbolo di morte e rinascita contemporaneamente. Il “capodanno celtico” era, infatti, un giorno al di fuori del tempo e dello spazio, tanto da permettere agli avi ormai defunti, agli uomini viventi ed ai discendenti che dovevano ancora nascere di incontrarsi, oltre alle creature non-umane di mostrarsi al mondo.

La Notte di Halloween di Riolo Terme è giunta alla 13a edizione ed ha in programma molti eventi che non mancheranno di coinvolgere i partecipanti, tra rievocazioni storiche e spettacoli, tra musiche e fuochi pirotecnici. Il tutto dal tramonto fino all’alba.

Si parte alle ore 18.00.  Il centro storico e le vie più caratteristiche di Riolo Terme si trasformeranno in un villaggio celtico, tra giochi, balli, scene di vita quotidiana. Si apriranno anche il mercato con prodotti della campagna e di altri generi rigorosamente legati al tema celtico ed i punti di ristoro dove sarà possibile degustare ricercate pietanze.                                     

Alle ore 20 incominceranno gli spettacoli tra giocolorie di fuoco e suggestive battaglie e sfide di cavalieri d’armi. Alle ore 21 si esibirà il gruppo Tamburi di Offagna e la Compagnia dei Remoti che con trampoli, maschere e fuochi d’artificio daranno vita ad oniriche presenze. Cortei di figuranti (mostri, grandi maghi, streghe) coinvolgeranno il pubblico che diventerà  parte integrante ed attiva della festa..

Alle ore 21.30 spettacolo musicale con la formazione dei Musici con i balli della                   tradizione (anche con scuola per chi desidera imparare danze antiche).

Alle 22.00 andrà in scena  lo scontro finale tra i cavalieri del Bene e le forze del Male, con l’esplosione dalla Rocca di fuochi artificiali che illumineranno il cielo di variopinti colori.

Dalle ore 24 la festa continua fino all’alba nella sala S. Giovanni tra musica, canti e balli rituali.

 

Per informazioni: 0546 71330 - 0546 71044.

 

 

Come si raggiunge Riolo Terme: percorrendo l'autostrada A14 fino ai caselli di Imola e Faenza (a circa 20 km). Uscendo a Imola (BO) percorrere la Via Emilia in direzione Rimini fino a Castelbolognese dove si svolta a destra imboccando SS 306. Uscendo a Faenza (RA) si percorre la Via Emilia in direzione Bologna fino all'altezza di Castelbolognese dove si svolta a sinistra per la SS 306.

 

 

 

Terre di Faenza: è una Società di Area mista al 51% privata, nata per incentivare lo sviluppo del turismo nel territorio dei Comuni di Faenza, Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel Bolognese e Solarolo (tutti in provincia di Ravenna, nel cuore della Romagna, a metà strada tra Bologna e Rimini ed a circa 50 chilometri dalla riviera adriatica). Si propone, in collaborazione con i numerosi operatori presenti, di fornire supporto alle azioni turistiche sviluppate, attuare una politica unitaria di promozione e incentivare e facilitare la commercializzazione del prodotto turistico, in particolare nei diversi "turismi" presenti in questa interessante area dell’entroterra: enogastronomia, termalismo e benessere, arte ceramica ed ecoturismo.

 

 

 

Ufficio stampa Società di Area “TERRE di FAENZA”

Coop Aleph rif. Pierluigi Papi tel. 338 3648766 ppapi@racine.ra.it fax aut. 02700414712

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 188 millisecondi