:: Home » Eventi » 2005 » Agosto
2005
15
Ago

Incubi

di
Commenti () - Page hits: 1000

Il 20/8/05 alle 21.00

Alda Teodorani e Alcide Pierantozzi

presentano “ Incubi ” ( Halley Editrice )

libreria La Nuova Editrice di San Benedetto del Tronto (ap) via moretti

Info: 0735.587037 – 0735.592494 ::

Il 27/8/05 alle 17.00

Alda Teodorani

presenta “ Incubi ” ( Halley Editrice )

al PesarHorrorFestival

presso la Biblioteca San Giovanni di Pesaro

via passeri, 102 ::

 Incubi Alda Teodorani Halley Editrice

(2005 - pp. 120 – 8 euro)

La fine di un amore diventa il pretesto per l’apertura di un diario, in un’estate in cui gli incubi di una scrittrice si sostituiscono sempre più spesso alla realtà degli oggetti e delle persone che la circondano. Tutto, nelle pagine della protagonista-scrittrice, perde di consistenza e si trasforma nella rappresentazione delle sue ossessioni e di un malessere contagioso e denso di suggestioni erotiche e dissacranti. Statue che divengono l’unica cifra possibile per interpretare misteriose coincidenze, ricordi familiari resi più lucidi dallo scorrere del tempo, enigmatiche diaspore nel ventre occulto di una città dal volto macabro e delirante…

Incubi è un diario letterario in cui la scrittrice che vive e registra le sue visioni e l’autrice si contaminano continuamente, dando vita a un racconto permeato di numerosi rimandi cinematografici e letterari. Un omaggio volutamente scarno, onnivoro e trasformistico alla tradizione più alta dell’horror italiano e internazionale. ::

:: Incipit

18 giugno

Oggi è finito un amore.

Guardo l’acqua che scorre sui vetri, penso a Lui.

Insieme all’acqua passano migliaia di lucertole. Non mi fanno paura e comunque non riusciranno a entrare. Prima mi sono avvicinata alla finestra, fissando i loro occhi lucenti, mentre l’acqua scorreva sui loro corpi. Ho guardato giù, verso i giardini. Il barbone che dorme sempre sulla griglia di aerazione della metropolitana era là seduto con la testa a ciondoloni. Aveva i capelli zuppi d’acqua e accanto a lui, appoggiata per terra, una busta di plastica bianca. Mi sono chiesta se gliel’avesse portata lo spazzino che ogni giorno gli dà qualcosa. Ma il pensiero è corso subito altrove, è tornato con lui, con il mio amore che è finito così, si è ritirato come un’onda, come acqua, senza lasciarmi niente.

Qualcuno mi ha detto una volta che quando finisce qualcosa, qualcos’altro comincia. Per me oggi è così, e ho voluto iniziare a scrivere questo diario. Un diario scandisce forzatamente il tempo, eppure io lo voglio senza tempo, senza tempo e senza luogo, al di là di ogni ragione o di ogni calcolo. Voglio che segua i ritmi della mia mente, del mio bisogno di amare e di innamorarmi.

Lui crede che tutti i sentimenti del mondo riposino dentro quel grande cuore che porta nel petto. Pensa che tutti, tutti gli altri, siano intorno a lui per farlo stare bene, per amarlo, e che approvino qualsiasi cosa lui possa fare. Non si preoccupa del male che fa agli altri. L’importante è che gli altri non facciano del male a lui. Meglio che mi stia lontano, in questi giorni. Meglio che non lo riveda più. Non userei un coltello per ucciderlo, come invece ho sempre sostenuto facciano gli amanti negli omicidi rituali: lo ammazzerei con le mie mani nude, in un abbraccio più profondo di tutti quelli che mi ha concesso. E poi gli strapperei via la pelle a morsi. Voglio riappropriarmi di me stessa, di tutto quel che gli ho dato. Per questo mi cucinerei il suo cuore e poi lo mangerei. Quando riuscirò a divorare il suo cuore tutti i sentimenti che ho sprecato in questi sette lunghi anni torneranno a me. La porta dei vicini sbatte e mi fa sussultare. Sono sicura che pure adesso sono tutti fuori dalla mia porta a spiare quello che faccio. ::

:: Per info e copie recensioni:

Francesca Chiappa

333.2208403

Halley Editrice

via circonvallazione 131 – 62024 matelica (mc)

0737.787225 (fax 0737.787963) 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 62 millisecondi