:: Home » Eventi » 2005 » Luglio
2005
20
Lug

Record di clic per il romanzo ''L'uomo di spalle''

Commenti () - Page hits: 950

Il romanzo "L'uomo di spalle" di Giacomo Cacciatore, pubblicato da Dario Flaccovio Editore nella collana Tempora, in meno di un mese dall'uscita ha superato la cifra record di 5000 clic nella pagina web dedicata al libro nel sito www.darioflaccovio.it, piazzandosi in classifica davanti ai libri di narrativa della casa editrice di tutti i tempi e, per questo mese, prima di tutti i libri tecnici e i manuali.

Giacomo Cacciatore, collaboratore de La Repubblica (Palermo), è scrittore, giornalista e studioso di cinema e lo scorso anno un suo saggio su Lucio Fulci è stato premiato con l'Efebo d'oro speciale.

Si riportano qui sotto il contenuto del romanzo e le recensioni.

Chi volesse richiedere copia omaggio per recensione può contattare l'Ufficio stampa: press@darioflaccovio.it

Recensioni:

"Quello di Giacomo Cacciatore è un romanzo riuscito dalla prima all'ultima pagina. Con un linguaggio che fa riscoprire il vero significato delle parole. Con parole scelte e mai a caso. Difficilmente etichettabile secondo i canoni del genere. E' un noir, ma anche una commedia, un dramma che indaga nella psicologia umana". (Giornale di Sicilia)

"L'autore dimostra di essere padrone come pochi altri dei linguaggi di tutti i generi che affronta, tanto da usare l'ironia con la stessa maestria con cui gestisce la suspense e l'intreccio". (AGI)

"Questo è un libro non comune, che si divora letteralmente (leggetevi i titoli dei capitoli...) in una notte, tanto vi entra dentro sin dalla prima pagina, tale è il suo ritmo incalzante e tante sono le idee che vi fermentano... Giacomo Cacciatore dimostra ancora una volta che il noir adulto può consapevolmente compromettersi sulla strada della contaminazione senza perdere un briciolo della sua autonomia tematica e che lo stesso funziona come perfetto strumento d'analisi". (Carmillaonline)

"Un romanzo complesso, pieno di sfumature emotive, riferimenti, citazioni. No, non un semplice esercizio di letteratura postmoderna. Molto di più. Giacomo Cacciatore dimostra un maturità letteraria eccezionale, fondendo in un unico, malinconico e ironico registro diversi stili, toccando corde che tutti noi esseri umani abbiamo e che suoniamo in silenzio, a testa bassa, tutti i giorni della nostra vita, fino a quando non ce ne accorgiamo, di quel suono, e piangiamo, ridiamo o, troppo spesso, ce ne dimentichiamo. Giudizio: ***** eccellente". (Thrillermagazine)

"Cacciatore ci conduce attraverso i sentieri impervi della psiche mafiologica (perché c’è anche la mafia, con tanto di pentito) o della complicatissima psicopatologia, dove affiorano edipismi e paure rimosse, e dove si intrecciano perversioni ammesse e bui d’anima che solo il tono volutamente leggero del racconto rende accettabili". (Stilos)

"Cacciatore va oltre: riesce a miscelare i richiami al mondo classico con la cinematografia contemporanea (non può non tornare alla mente Psycho’!), le atmosfere dostojevskiane di Delitto e castigo’ con l’ironia del miglior Lansdale (ricordate l’ospizio di Bubba Ho-Tep’? I corridoi dell’ospedale di Trifonio hanno la stessa grottesca inquietudine...), dettagli splatter e visioni oniriche. Tra paura e mezzi sorrisi, il narratore ci prende per mano e ci conduce verso un finale sorprendente e niente affatto tranquillizzante". (Il Falcone Maltese)

"Romanzo di formazione e insieme avventura picaresca; lessico 'famigliare' grottesco e iperbolico thriller psicologico. Sono queste alcune delle plausibili definizioni che potrebbero attagliarsi al romanzo di Giacomo Cacciatore, 'L'uomo di spalle'. Una sorta di caricaturale 'Cognizione del dolore'". (La Repubblica - Palermo)

"Una rivisitazione del complesso edipico, un personaggio che richiama altre grandi creazioni della letteratura (dal gaddiano Gonzalo a Zeno di Svevo), in un romanzo acuto, intelligente, che scorre veloce, che si legge tutto d’un fiato e diverte lasciando solo nel finale un retrogusto amaro e la sensazione dolorosa di un dramma annunciato, in un raffinato gioco delle parti". (Kultvirtualpress)

L'autore: Giacomo Cacciatore è nato a Polistena (RC) nel 1967, ma vive da sempre a Palermo. Scrittore e giornalista, collabora come narratore e corsivista con l’edizione siciliana de La Repubblica. Per lo stesso giornale ha scritto due romanzi gialli a puntate e quasi duecento racconti. Altri suoi racconti sono stati pubblicati in due raccolte, Nostra signora dei sospiri (1993) e Palermo, amore e coltelli (2002) e in alcune antologie, tra le quali Portes d’Italie (Fleuve Noir, 2001), 14 colpi al cuore (Mondadori, 2002) e Duri a morire (Dario Flaccovio, 2003). Nel 2004 ha pubblicato, con un coautore, il saggio Il terrorista dei generi. Tutto il cinema di Lucio Fulci (Un mondo a parte), vincitore del premio Efebo d’Oro speciale 2004. Ha partecipato al romanzo collettivo Le tre bocche del drago (Larcher, 2004).

Contenuto del romanzo: Giobbe Dilei ha una madre ingombrante. La sua è una vita da ostaggio: né donne, né svaghi, né lavoro. La villetta di famiglia è la prigione in cui subisce gli strani ricatti gastronomici di mamma Catena. Giobbe cercherà di uscirne, per inseguire l’uomo di spalle che sin dall’età di sei anni gli appare in sogno. Il passato però tenterà di soffocare il presente, rivelando fatti che lui ha preferito dimenticare o che sua madre gli ha impedito di conoscere. Nella fuga, il protagonista s’imbatterà in una cronista affamata di storie morbose, nel boss che scommette al lotto e commissiona omicidi come se fossero lo stesso gioco, nell’avvocato che sta per risolvere l’unico caso della sua carriera. Per sua fortuna, Giobbe incontrerà anche la psicologa Anna Matera, l’unica che può aiutarlo a spezzare la catena.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 86 millisecondi