:: Home » Eventi » 2005 » Giugno
2005
2
Giu

Seminario Nuoro Jazz

di
Commenti () - Page hits: 1000
 
Dal 24 agosto al 3 settembre l’edizione numero diciassette del Seminario Nuoro Jazz.
E accanto alle attività didattiche come sempre una ricca rassegna di concerti.
*
E’ uno degli appuntamenti più attesi nell’affollato panorama sonoro dell’estate italiana. Prende il via il 24 agosto a Nuoro il Seminario Jazz, giunto quest’anno alla diciassettesima edizione. Fino al 3 settembre, nelle aule della Scuola Civica di Musica del capoluogo barbaricino, aspiranti jazzisti provenienti da tutta la penisola (e non solo) cercheranno di rubare i segreti a un corpo docente consolidato negli anni sotto la direzione artistica di Paolo Fresu.
 
I corsi organizzati dall’Ente Musicale di Nuoro potranno ancora una volta contare su alcuni protagonisti della scena jazzistica nostrana: la classe di canto è affidata a Maria Pia De Vito, Tino Tracanna terrà il corso di sassofono, Roberto Cipelli quello dedicato al pianoforte e alle tastiere. Le lezioni di contrabbasso e chitarra spetteranno rispettivamente ad Attilio Zanchi e a Tomaso Lama, la batteria è appannaggio di Ettore Fioravanti, flauto e tecnica Alexander saranno materie di insegnamento per Riccardo Parrucci. Allo stesso Paolo Fresu il compito di far conoscere risorse tecniche ed espressive di tromba e flicorno. I fondamenti del canto jazz sono invece l’argomento del corso propedeutico curato da Serena Caporale.
 
Alle lezioni strumentali si affiancheranno quelle teoriche tenute da Luca Bragalini ("Yardbird Suite: gli uomini del bebop"), Bruno Tommaso ("Il contrappunto nel jazz, ovvero: il diavolo e l’acqua santa"), Corrado Guarino (musica d’insieme) e Giovanni Agostino Frassetto (flauto e corso di base di armonia e tecnica dell’improvvisazione).
 
Un seminario di fotografia jazz ("Come un racconto chiamato Jazz"), curato da Pino Ninfa, arricchisce di nuovi contenuti l’edizione numero diciassette del seminario nuorese. Che, come sempre, completa la sua offerta didattica con due masterclass: quella dedicata alla musica tradizionale sarda, quest’anno è incentrata sul "canto a chitarra". A curarla, il 29 agosto, il chitarrista Bruno Maludrottu. Lo strumento a corde tiene banco anche nell’altra masterclass, come di consueto affidata a un artista di spicco della scena internazionale: così, dopo Miroslav Vitous, Butch Morris, Airto Moreira e Uri Caine, protagonisti negli scorsi anni, a salire in cattedra stavolta (dal 31 agosto al 2 settembre) sarà il chitarrista americano John Abercrombie.
 
Costi d’iscrizione: 190 euro per il seminario e 90 euro per la sola masterclass. 200 euro è invece la quota per il corso di fotografia jazz. Per informazioni è possibile contattare l’Ente Musicale di Nuoro al numero telefonico 0784 36 156 oppure all’indirizzo di posta elettronica nuorojazz@entemusicalenuoro.it.
 
Accanto ai corsi di jazz, dal 26 al 28 agosto, si terrà anche una masterclass di "baile flamenco" tenuta dalla grande danzatrice e coreografa spagnola Carmen Cortès. In questo caso, informazioni e adesioni si raccolgono per telefono al 339 73 32 703 e tramite e-mail all’indirizzo adagrifoni@libero.it.
 
Parallelamente alle attività didattiche, il Seminario propone anche quest’anno un ricco cartellone di concerti serali: undici gli appuntamenti in programma, perlopiù, nel cortile della Casa natale di Grazia Deledda. Come di consueto, ad inaugurare la rassegna (il 24 agosto) sarà il gruppo composto dai migliori allievi della scorsa edizione del seminario, raccolti sotto le insegne dell’In Sectet. E per introdurre idealmente il salto nel tempo all’indietro di un anno, prima del concerto verrà proiettato il documentario "La bottega del jazz", un diario per immagini del Seminario Nuoro Jazz 2004, girato da Carlo Sanna.
 
Per una sera, quella del 25, la rassegna si sposta nel Duomo di Santa Maria della Neve, cornice consona a uno degli appuntamenti più stimolanti della rassegna: "Coplas a lo divino", un incontro tra la musica del Cinquecento italiano e del Siglo de Oro spagnolo, con incursioni nel Barocco francese: protagonisti Claudio Astronio, organista e clavicembalista da anni impegnato nell’esecuzione del repertorio antico su strumenti d’epoca, e le voci del soprano Annamaria Calciolari e di Maria Pia De Vito, che una volta di più dimostra eclettismo e curiosità.
 
Si ritorna nella Casa natale di Grazia Deledda e a un linguaggio più propriamente jazzistico, il 26 agosto, con il quartetto di Rosario Giuliani: insieme al sassofonista laziale, Pietro Lussu al pianoforte, Dario Risciglione al contrabbasso e Marcello Di Leonardo alla batteria. Echi di flamenco, la sera dopo, nella proposta del trio del chitarrista sapgnolo Gerardo Nuñez sostenuto dal basso di Pablo Martin e dalle percussioni di Angel "El Cepillo" Sanchez. Un altro terzetto di musicisti al centro dei riflettori domenica 28: Stefano Battaglia al pianoforte, Dominique Pifarely al violino e Michele Rabbia alle percussioni costituiscono i ranghi dell’ l’Atem Trio.
 
Smesse per una sera le vesti di docente, Corrado Guarino indosserà - il 29 agosto - quelle di pianista per mettersi alla testa del suo quartetto con Guido Bombardieri al sax, Tino Mangialajo al contrabbasso e Stefano Bertoli alla batteria. Ancora Maria Pia De Vito alla ribalta il 30, ospite stavolta di una formazione composta per quattro quinti da musicisti sardi, il Woodstore Quintet: Massimo Carboni al sax tenore, Mariano Tedde al pianoforte, Paolo Spanu al contrabbasso, Gianni Filindeu alla batteria e l’olandese Eric Vloeimans alla tromba.
Il 31 è di scena un trio che ha già riscosso consensi di pubblico e critica nella penisola: la voce di Peppe Servillo, fondatore degli Avion Travel, si intreccerà al sax di Javier Girotto e al piano di Natalio Mangalavite per rinnovare il fortunato connubio artistico sfociato l’anno scorso nella pubblicazione di un cd, "L’Amico di Cordoba", edito dal Manifesto.
 
Gli ultimi appuntamenti in programma: il primo settembre ancora tre personalità di spicco del jazz nostrano, Gianluca Petrella (trombone), Dado Moroni (pianoforte) e Furio Di Castri (contrabbasso) a comporre i ranghi dell’Ideal Standard; il 2, reduce dalla sua masterclass, riflettori puntati sul chitarrista John Abercrombie, accompagnato per l’occasione da alcuni dei docenti del seminario; il 3, infine, il tradizionale saggio finale degli allievi del seminario.
 
La diciassettesima edizione del Seminario Nuoro Jazz è organizzata con il contributo dell’Assessorato allo Spettacolo e Attività Culturali e dell’Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna e dell’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Nuoro, e con la collaborazione del "Premio Nazionale Massimo Urbani" di Urbisaglia, dei Seminari di "Siena Jazz" e del CTS.
 
* * *
Organizzazione:
ENTE MUSICALE DI NUORO
tel. 0784 36 156 – fax 178 22 61 958
E-mail: nuorojazz@entemusicalenuoro.it
 
Ufficio stampa:
RICCARDO SGUALDINI
tel. 070 30 31 48, cell. 347 84 89 787
 
BRUNO GHIGLIERI
tel. 070 30 74 82, cell. 349 54 84 814
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 125 millisecondi