:: Home » Eventi » 2005 » Marzo
2005
28
Mar

KAIZENOLOGY # 4

di
Commenti () - Page hits: 1100

L'invenzione dell'arte tipografica è stata una gran brutta trovata! La natura aveva saggiamente disposto che le sciocchezze degli uomini fossero passeggere, ed ecco che i libri le rendono immortali (Charles de Montesquieu)

KAIZENOLOGY # 4 - marzo - aprile 2005
newsletter periodica di kai zen : ensemble narrativo :
www.kaizenlab.it
info@kaizenlab.it

1) Il Romanzo Totale 2005 al via
2) Live set @ Sciarada
2 bis) Live @ Radio Tandem - Popolare Network
3) Kai Zen International Zum Pa Pà Swinging Orchestra
4) Gli altri 600
5) Maggio
6) Lettera aperta dei 15 sul Copyleft

1) Dall'1 aprile 2005 sul sito www.romanzototale.it parte un nuovo progetto di scrittura collettiva in rete ambientato in Alto Adige, realizzato da KAI ZEN in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano (e l'affascinante contributo di Studio Grado Zero www.studiogradozero.it). Chiunque potrà partecipare, inviando la sua proposta di capitolo per continuare la storia, fino ad arrivare alla stesura e pubblicazione di un vero romanzo (editrice Bacchilega).
Il romanzo prevede 10 capitoli. La scrittura del I, del V e del IX è a cura dei vostri affezionati Kai Zen di quartiere, mentre i rimanenti capitoli saranno realizzati dai voi. Le proposte di capitolo (massimo
15.000 caratteri spazi inclusi in formato RTF) dovranno essere inviate al sito www.romanzototale.it (info@romanzototale.it) entro dieci giorni dalla comparsa del capitolo precedente. Tutte le proposte pervenute saranno selezionate da una giuria entro i 4 giorni successivi. Il capitolo prescelto sarà pubblicato sul sito e andrà a proseguire la storia fino al X, che sarà l'ultimo ma non l'unico. Il RT avrà infatti un finale aperto e molteplice. Nel sito troveranno spazio, oltre al capitolo destinato alla prosecuzione della storia, altri due capitoli che per loro qualità saranno segnalati dalla giuria, e che potrebbero essere utilizzati come spunto per andare avanti. Saranno disponibili pagine web con informazioni storiche, una trama appena tratteggiata per stimolare l'ispirazione e un bestiario con i vari personaggi del racconto. Si potranno anche inviare a www.romanzototale.it illustrazioni di propria creazione, ispirate ai vari capitoli prescelti, che seguiranno in parallelo la storia affiancandosi alla parola scritta.
Eccovi una piccola anteprima:

Novembre 1866. Nei pressi di Glorenza

“C´è qualcosa nel ghiaccio...” I bambini accorsero curiosi al richiamo di Matthias, affacciato al vecchio pozzo nel bosco. "È vero. Chissà cos´è..." Circondavano il cilindro di pietre lanciando pigne e ciottoli sulla superficie dura e trasparente. Un rumore alle loro spalle li fece voltare di scatto. “Papà! Guarda… c´è qualcosa nel pozzo...”
Il boscaiolo si avvicinò al figlio e agli altri bimbi con un sorriso bonario sulle labbra. Quando guardò nel pertugio, spostò la testa da un lato per scrutare meglio la forma scura nel ghiaccio. Poi si voltò, nervoso, aprendo le braccia per allontanare i ragazzini. “Via di qui... andate in paese a chiamare il borgomastro, presto!”
Come una crisalide nell´ambra, un corpo rannicchiato giaceva nel gelido cristallo.

2) Il 31 marzo 2005 alle 21:00, dopo la presentazione ufficiale del RT di fine febbraio a Bolzano, torneremo nel capoluogo altoatesino per un evento particolare. Parleremo ancora di scrittura collettiva e poi con la collaborazione fondamentale dei musicisti Martin Calamari (sax, chiatrre) e Sergio Pircal (batterie, oggetti) i, KZJ (basso, droni) innesterà un reading su un live set di improjazz elettroacustico (brani scelti di Ti chiamerò Russell, La Potenza di Eymerich, l'inedito e misteriso Al-Hàrith e soprattutto il I capitolo in anteprima del nuovo Romanzo Totale).
Sciarada, Piazza Erbe 25, 39100 Bolzano, tel. 0471 30 16 62 www.sciarada.net - info@sciarada.net.

2 bis) Sempre il 31 marzo alle 18:00 Kai Zen sarà ospite di Radio Tandem - Popolare Network 98.4 mhz (Bolzano e dintorni) www.radiotandem.it

3) Dopo aver musicato le letture di 3 Uomini Paradossali e Alienazioni Padane (http://www.iquindici.org/news.php?extend.101) Stiamo pensando seraimente a un progetto di musica e video open source connessa con i reading di Kai Zen. Dopo la prossima esperienza bolzanina cominceremo a lavorare alla cosa tenendovi accuratamente informati.

4) Continua il successo della nostra iniziativa musicale, volta a raccogliere tutti i dischi NON menzionati nella lista dei 600 migliori di sempre secondo la pubblicazione 'Rock e altre contaminazioni', edita
da Blow Up. Siete voi i recensori! mandateci un pezzo su un disco che vi ha fatto sognare e metteteci tutta la vostra passione dentro. Potete consultare i 600 'ufficiali' di Blow Up direttamente sul nostro sito http://www.kaizenlab.it/elenco.html Ultime recensioni: Stan Ridgeway, Guadalcanal Diary, Brian Wilson... http://www.kaizenlab.it/BU.html

5) Il 6 maggio Kai Zen in tour: Sansepolcro. Dettagli nella prossima Kaizenology

6) IQuindici (http://www.quindici.org), il collettivo di "lettori di inediti", ha spedito una "lettera sul copyleft" (accezione estesa, applicazione specifica all'editoria, Attribution-NonCommercial-ShareAlike) a decine e decine di editori italiani. Riportiamo qui il testo della missiva:

Gentili editori,
prima di tutto una breve presentazione per chi non conosce il nostro progetto: siamo un gruppo di lettori nati attorno al collettivo Wu Ming, che si pongono l'obiettivo di leggere gratuitamente manoscritti inediti e di dare un'opinione onesta e motivata agli autori, senza pretese di critica letteraria, ma dal punto di vista del piacere della lettura.
Alcune cose che ci hanno più colpito le abbiamo presentate al mondo editoriale, e a volte ci sono state richieste direttamente dagli editori quando le hanno lette sulla nostra webzine INCIQUID. Ad oggi abbiamo già alcuni titoli usciti (con clausola copyleft) per Einaudi Stile Libero e Alberto Gaffi editore, ed un'altra mezza dozzina di prossima uscita con diversi editori.
Ci rivolgiamo a voi per sensibilizzarvi su un tema che ci sta molto a cuore: il copyleft. E' un argomento del quale si parla poco e soprattutto male, per cui molti ne hanno un'idea piuttosto errata.
Rendere un'opera copyleft significa consentire che l'opera circoli gratuitamente fintanto che nessuno ci lucra sopra, cioè in due parole lasciare che chi vuole leggere un libro ma non ha soldi per comprarselo possa farlo senza essere passibile di denuncia penale. Libertà di leggerlo sul suo pc, fotocopiarlo, stamparlo e regalarlo a un amico.
L'autore che ha lavorato prestando il suo ingegno per creare un'opera e l'editore che ha scelto di darle fiducia investendoci i suoi denari, continuano ad essere gli unici beneficiari del ricavo economico. Ma aggiungendo la clausola copyleft hanno un vantaggio in più, soprattutto i piccoli e medi editori: l'opera sarà scaricabile in rete, sarà visibile anche lontano dalla grande distribuzione.Un abitante di Falcade con a disposizione solo qualche cartolibreria non avrà bisogno di fare 50 chilometri per andare a Belluno a imbattersi - forse - nel romanzo del giovane scrittore esordiente, ma leggendo il testo in rete potrà decidere di ordinarlo in libreria o per posta, per potere avere il piacere di leggerlo tenendolo tra le mani, oppure di regalarlo a un amico.
Perché i libri sono anche odore di carta, pagine fruscianti, copertine, colori, materia, sensazioni di tatto, e chi ama leggere ama anche conservare i suoi libri e riaprirli, prestarli o regalarli, forse li ama talmente tanto che li lascia su una panchina in bookcrossing, perché li possa amare qualcun altro. Che qualcuno abbia avuto l'opportunità di leggere gratis a video o stampato su fogli A4 un romanzo non è un guadagno perso ma è diffusionedi cultura, e diffusione della conoscenza di un libro.
Non vi basta? Facciamo allora un'altra riflessione: la narrativa italiana, soprattutto esordiente, fa fatica a decollare, tolte alcune eccezioni. Mentre quando acquistate i diritti di opere straniere non potete modificare le clausole originarie del contratto e quindi difficilmente potete applicare il copyleft, quando stipulate un accordo con uno scrittore italiano avete facoltà di aggiungere questa clausola d'accordo con l'autore. Così facendo, il copyleft verrebbe applicato soprattutto alla narrativa italiana, e questo significherebbe una sua maggiorediffusione, quindi una sua crescita, in tutti i sensi, anche qualitativa, a beneficio di tutti.
Non vi basta neanche questo? Allora un'ultima considerazione: pensate a tutte le persone ipovedenti o non vedenti che potrebbero finalmente avere accesso illimitato alla fruizione di testi che sulla carta restano morti: un'enorme biblioteca finalmente accessibile per loro senza dover chiedere, potendo scegliere come dagli scaffali di una libreria. Quest'ultimo aspetto risulta particolarmente importante: date le difficoltà attuali a fornire a pagamento,a chi ne fa richiesta, infatti, si comincerebbe a dare realmente ai ciechi la possibilità di rimuovere gli ostacoli che non permettono loro una libera fruizione della cultura.




KAI ZEN

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
::
È nata a Montecchio Emilia (RE) nel 1980, ma risiede da sempre in provincia di Parma. Laureata in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Parma con una tesi in Storia del Teatro e dello Spettacolo dedicata alle riscritture del mito di Antigone, è attualmente dottoranda in discipline teatrali e cinematografiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Collabora con alcuni siti internet dedicati a letteratura e teatro, con un’agenzia letteraria e con un mensile locale. Da sempre interessata all’universo della scrittura e all’editoria, si è recentemente qualificata al primo posto nel concorso Storie a Mezzogiorno (sezione narrativa). Autrice della post-fazione al libro di Fortuna Della Porta IO CONFESSO, sta attendendo l’uscita del suo primo racconto nell’antologia dal titolo Piccole Storie, edizioni La Chiave.
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 111 millisecondi