:: Home » Eventi » 2009 » Marzo
2009
30
Mar

Godzilla e altri sogni

Commenti () - Page hits: 1150
Prefazione di Gabriel H. Petrulli
 
 
NON SALTARLA! Per l’amore dei tuoi cari – chiunque o qualunque cosa essi siano – prometto di essere breve!
Spero che tu, mio caro amico, non appartenga a quella razza di lettori che semplicemente non vedono le prefazioni, le introduzioni o tutte le altre “zioni che possano esistere o venire in mente. Queste parole sono la patina, la carta regalo avvolta intorno allo scrigno, sono l’involucro del libro che ora hai tra le mani. Non so perché tu l’abbia comprato, sarà stata la copertina, la quarta – per i non addetti ai lavori, sto parlando del riassunto sulla parte inferiore della copertina – ti avrà attirato il titolo, l’argomento, magari l’autore è un tuo amico o uno scrittore che stimi e apprezzi, non so perché te lo ritrovi tra le mani. Non so perché, ma so che è stata una scelta giusta.
Marco Milani ha fabbricato un sogno, un sogno che gli è costato sudore, ricerche, incazzature, tempo, ma soprattutto un sogno che gli è costato amore. Bontà sua, ha voluto che io ti introducessi nei meandri di tali oniriche visioni, quindi fai un regalo a te stesso, a lui e al mio ego: non privarti del piacere di scartarlo.
Vuoi prendermi la mano? Se la tua risposta è affermativa, né sarò onorato, ma se non vorrai, non ti serberò rancore e ti lascerò andare con i miei più sentiti omaggi …
Resti? Ne sono felice! 
Questo non è un saggio, non è un romanzo o una storia: questo libro è semplicemente tutto ciò che dovrebbe essere. Anomalo, come l’argomento trattato. I BOC erano anomali, lo sono e ringraziando gli dei lo saranno per sempre!
Chissà cosa penserai quando avrai finito di leggere queste poche pagine. Il mio tempo tra voi è breve e quindi il quesito appena formulato resterà per me senza risposta, ma prima che abbandoni questo mondo, lascia che ti racconti di un altro mondo. Un mondo che qualche decennio fa si è insinuato silente nel nostro, un mondo dove le visioni non sono semplici artifici dettati da stimoli nervosi, tecniche musicali o da altro. Qui l’impossibile si è forgiato fino a divenire melodia, parole sussurrate in qualche campo abbandonato, mentre i tuoi occhi sono persi lassù nell’indaco. Una miscela di stranezze, allucinazioni, melodie, stili musicali che non ha avuto uguali nella storia del rock!
Spesso, parlando dei BOC, potresti vedere l’interlocutore storcere il naso: il rocker classico li definirebbe troppo astratti, il metallaro moderno troppo vecchi o leggeri o che diavolo ne so! Eppure, qui sta la grandezza del gruppo. La loro musica è esattamente quella che doveva essere. Erano sintonizzati sul Canto dell’Universo, un canto ora melodrammatico, ora triste, ora allegro, un canto difficile da ascoltare, quanto è vero che nella loro lunghissima carriera a volte non lo hanno udito.
Noi siamo stati ammaliati da quel canto e dalle varie versioni che la band di volta in volta ci proponeva, lo stesso Marco Milani, nello scorrere delle pagine, non si è solo limitato ad un’enciclopedica quanto inutile e tediosa cronaca della carriera del gruppo, ha cantato, ha lasciato cantare il suo cuore e i suoi ricordi fino a ritrovare deboli seppur nitide risonanze anche nella moderna musica.
I giovani hanno le loro idee e le loro divinità, le nostre sono sorpassate, fuori moda, non fanno più tendenza, quindi da buttare! Ma cari giovani, lasciate che vi dica una cosa: tutto ha un’origine. È una cosa paurosamente lapalissiana tanto da rasentare il ridicolo, ma ciò non cambia la veridicità dell’assunto. Tutto ciò che ora gira sui vostri Ipod, mp3 o altro, ha qui la sua genesi. Senza radici, qualsiasi cosa crolla. Sarà forse per questo che le nuove tendenze sono così precarie? La musica non può prescindere da ciò che è stata!
Ancora oggi, quando metto su Astronomy, mi sembra di viaggiare e di sentire il canto di migliaia di mondi: ditemi, quale gruppo – anche di quelli storici – oggi può vantarsi di aver composto, non dico un disco, ma almeno un brano capace di sfidare il tempo, un pezzo intessuto della stessa materia dell’eternità? Pochi in realtà possono fregiarsi di un tale titolo e quei pochi fortunati hanno avuto tutti la loro genesi tra gli anni sessanta e settanta e tra questi, esiguo è il numero di coloro che hanno una stella splendente affissa nel firmamento della genialità e i BOC sono tra i pochi eletti.
Ahimè, come tutti gli eletti, anche i nostri non sono stati sempre compresi o apprezzati nel loro valore candidamente eccezionale. Non hanno avuto il successo che meritavano semplicemente perché la massa non era ancora pronta a capire, non era ancora pronta a fondere la propria voce a quella di questi speciali menestrelli intergalattici. Per fortuna, c’è ancora qualcuno – come il nostro autore – che nella moderna cacofonia, con un’onestà disarmante, ha l’ardire di chiudere gli occhi, ricordare il volto dei propri ricordi e riprendere a cantare e predicare ciò che sono stati e sono ancora oggi i BOC.
Lasciate cadere i vostri pregiudizi e fatevi trasportare da questo libro. Marco Milani con coraggio ha cantato un sogno, un sogno che ancora oggi continua a vivere, un sogno immortale che è disposto a dividere con voi, con te! Ascoltatelo molto bene, vi prego, aprite il vostro cuore e alla fine ne riceverete in cambio un dono che chiunque dovrebbe possedere. Non vi narrerà una storia sconosciuta, semplicemente vi aiuterà a ricordare i BOC, specialmente a coloro che erroneamente pensano di non averli mai sentiti nominare!
Qui io vi lascio nelle sue mani … ve le tende con un sorriso, non vedete? Non abbiate timore: appena girata questa pagina vi farà da guida attraverso l’eterna arte dei BOC …
Andate e siate testimoni del Canto dell’Universo …
Gabriel H. Petrulli
                                                                                                                               Didjeridu Records
 
Titolo: GODZILLA E ALTRI SOGNI
Autore: MARCO MILANI
02/2008   
Collana: SENSO MUSIC-BOOK
Pagine: 104    
ISBN: 978-88-96086-01-8
Prefazione: Gabriel H. Petrulli

ordinalo su KaleydosLibri (qualunque forma d'acquisto)
ordinalo a EDS con una email (solo contrassegno)
 

 
Godzilla e altri sogni – Blue Oyster Cult
Marco Milani
 
 

Marco Milani con coraggio ha cantato un sogno,
un sogno che ancora oggi continua a vivere,
un sogno immortale che è disposto
a dividere con voi, con te!
Ascoltatelo molto bene, vi prego,
aprite il vostro cuore
e alla fine ne riceverete in cambio un dono
che chiunque dovrebbe possedere.
Non vi narrerà una storia sconosciuta,
semplicemente vi aiuterà a ricordare i BOC,
specialmente a coloro che erroneamente pensano
di non averli mai sentiti nominare!

http://www.edizionidiversasintonia.it/page002.htm
 
Titolo: GODZILLA E ALTRI SOGNI
Autore: MARCO MILANI
02/2008   
Collana: SENSO MUSIC-BOOK
Pagine: 104    
ISBN: 978-88-96086-01-8
Prefazione: Gabriel H. Petrulli


ordinalo su KaleydosLibri (qualunque forma d'acquisto)
ordinalo a EDS con una email (solo contrassegno)
 
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 45 millisecondi