:: Home » Eventi » 2007 » Ottobre
2007
7
Ott

Lupi e Mazzucato all'ERA DEI LIBRI di PONTEDERA

Commenti () - Page hits: 900

 

 
VENERDI' 5 ottobre
PONTEDERA L'ERA DEI LIBRI
Ore 18,00 Bar L'Angolo, Corso G. Matteotti 
Marsiglia e L'Avana: luoghi dell'anima per due scrittori
Francesca Mazzucato, Magnificat Marsigliese, Edizioni Creativa 
Gordiano Lupi, Orrori tropicali, Edizioni Il Foglio
 
 
CUBA E MARSIGLIA NELLA LETTURA DI DUE SCRITTORI ITALIANI
Due scrittori e i loro luoghi dell'anima ripercorsi attraverso i libri.
Profumi, contrasti, colori e atmosfere di Marsiglia e L'Avana.
Previsto confronto e dialogo con il pubblico su città, letteratura e nostalgia.
Nell'occasione verrà presentata la nuova collana diretta da Francesca Mazzucato per le Edizioni Il Foglio, che partirà nel corso del 2008. Taccuini di viaggio insoliti, obliqui e sentimentali. Testi su città e paesi luogo dell'anima.

DA EDIZIONI CREATIVA:
 
“Magnificat marsigliese” di Francesca Mazzucato è stato recensito positivamente da diversi siti letterari e giornali tra cui il “D di Repubblica” e “Il Mattino”. Il critico Leandro Piantini l’ha definito il miglior libro della Mazzucato.
“Magnificat marsigliese” narra di tre storie d’amore. Tre storie sui corpi, sull’intimità e il dolore. L’anoressia, l’adozione, l’epilessia. Storie di donne che non soccombono,  che amano, che portano avanti il loro sogno, qualunque sia. Storie estreme che avvengono in frontiere estreme. Storie nelle quali non potremo non riconoscere un pezzo di noi, un barlume della nostra esperienza.
 
 
“Magnificat marsigliese”
Francesca Mazzucato
Prezzo Euro 10
Pag. 134
Collana Declinato al femminile
 

 
 
Orrori tropicali – Storie di vudú, santería e palo mayombe di Gordiano Lupi  – euro 12,00  - pag. 220 – Illustrazioni e fumetti di Oscar Celestini
Introduzione di Gianfranco Nerozzi
ISBN 88 - 7606 - 104 - 5
Vampiri gelidi nelle solitudini andine, lupi mannari tra le fronde di foreste pluviali, possessioni, riti notturni, amori perversi, Dei vendicativi. Sotto la pelle abbronzata di un Sudamerica da cartolina turistica si nascondono atrocità innominabili, benedette da un onnipresente sole crudele. Ma Gordiano Lupi va oltre: col suo stile chirurgico e lineare, scavando ancor più in profondità nella carne dei tropici, porta alla luce le contraddizioni di una terra remota e selvaggia, violentata da dittatori spietati e sotto l’assedio di multinazionali assetate di sangue. Una manciata di racconti del terrore fa da corollario al più spaventoso dei romanzi di Lupi, quel Mistero di Encrucijada che viene qui ripubblicato in una versione riveduta e corretta. E, a chiudere il cerchio, la trasposizione a fumetti del famoso Sangue tropicale, il romanzo breve che anni fa aprì la strada alle ossessioni sudamericane di Gordiano Lupi. Il sole dei tropici non è mai stato malato e inclemente come nelle storie nere, nerissime di questo libro (Vincenzo Spasaro).
 

PER ASSAGGIARE ALCUNI RACCONTI E IL FUMETTO SANGUE TROPICALE ABBIAMO PREPARATO UN E-BOOK GRATUITO EDITO DA KULTVIRTUALPRESS:
http://www.kultvirtualpress.com/opere.asp?book=1052
 
Ne parla già MILANO NERA: http://milanonera.splinder.com/post/9700362/Lupi%2C+il+noir+e+Cuba
 

RECENSIONI:

http://sexandtheanelli.blog.kataweb.it

http://scritture.blog.kataweb.it/francescamazzucato/2007/01/orrori_tropical.html

http://www.kaosonline.it/kaos.asp?s=50&k=1&id=2444

http://www.cinemavvenire.it/articoli.asp?IDartic=5553

Recensione dello scrittore Giovanni Buzi:

http://www.giovannibuzi.net/GBuzi/SCRITTURA/Recensioni/Lupi.htm

MANGIALIBRI - DAVID FRATI

http://mangialibri.com/?q=node/581 

GIANFRANCO FRANCHI PARLA DELL'OPERA DI GORDIANO LUPI

http://www.lankelot.eu/?p=1754

 


 
Nota dell’autore
 
Questa antologia parte dalla volontà di raccogliere in un volume unico alcuni miei racconti di ambientazione tropicale caratterizzati da una medesima atmosfera misteriosa, sia che le storie parlino di malefici vudù (haitiane) che di palo mayombe e santería (cubane). Orrori tropicali - storie di vudù, santería e palo mayombe si pone come continuatore di un discorso narrativo aperto con Nero tropicale (Terzo Millennio, 2003) e idealmente cerca di completare il quadro di fondo. Il racconto principale è Encrucijada, un romanzo breve già pubblicato in volume autonomo come Il mistero di Incrucijada (Prospettiva, 2000), ma ha subito un’operazione di restauro e un editing feroce da parte di Vincenzo Spasaro che hanno contribuito a migliorarlo. Ho riletto Encrucijada a distanza di sei anni dalla prima stesura e non mi è sembrato da gettare, per questo ho pensato di ripubblicarlo e renderlo di nuovo fruibile ai miei pochi lettori, visto che sono tornato in possesso dei diritti. Prima o poi spero di poter fare la stessa operazione anche con Il giustiziere del Malecón, altro romanzo cubano edito da Prospettiva nel 2001 e al momento esaurito. Gli altri racconti sono tutti inediti in volume ma sono stati pubblicati più volte nel corso degli anni su varie riviste e antologie. Fratelli di Satana e Il gatto nero sono due storie cubane e il secondo si caratterizza come remake caraibico del racconto del grande Edgard Allan Poe. Il vampiro delle Ande è una storia sudamericana legata a una leggenda e anche a una situazione sociale vissuta da certi popoli amazzonici. La pelle bruciata è ispirato alla leggenda haitiana del loupe - garou, una sorta di vampiro - licantropo. Un terribile rimpianto e Baron Samedí ci portano ancora ad Haiti e alle storie leggendarie sugli zombie - uomini schiavi che vagano senza una meta. I racconti brevi sono stati scritti tra il 2001 e il 2005 e anche loro hanno subito un’operazione di riscrittura e di editing coordinata sapientemente dall’ottimo Vincenzo Spasaro, che dirige la collana Fantastico e altri orrori. In appendice ristampo volentieri il fumetto tratto dal racconto Sangue tropicale (2000), che Oscar Celestini ha reso con bravura seguendo la sceneggiatura  del sottoscritto e di Dargys Ciberio.
Buona lettura.
 
Gordiano Lupi
lupi@infol.it – www.infol.it/lupi
 

 

 
LA PREFAZIONE DI GIANFRANCO NEROZZI

Tropicana a yé

 Aaaaaaah tropicana a yé…
    Mentre leggevo i racconti di Gordiano mi risuonava nella mente questa canzone qua. Ossessivamente. Tanto che dopo un po' ho pensato ad un maleficio nascosto nelle parole. Uno musicale, oltre a tutti gli altri. Qualcosa che entra e si ripete, si ripete. Poi ho capito che si trattava di una pura e semplice sintonia. La mia mente era diventata come una radio e aveva percepito qualcosa e la traduceva in suono. Un suono scandito da un ritmo, tamburi che suonano: ancora e ancora.
    Qualcosa che non ti lascia.
    Perché le storie contenute in questo libro fanno così. Sono come quei ritornelli molto orecchiabili che ti entrano nella testa e poi non se ne vanno. Tanto che poi sei costretto a canticchiarli per tutto il giorno.
    Così uno prende in mano questa raccolta e inizia a sfogliare le pagine, a leggere la parole. Entra nelle storie e si trova prigioniero dentro ad un'atmosfera precisa che ti coinvolge.
    Gordiano è uno che ai tropici c'è stato veramente e quindi sa di cosa sta parlando, anzi di cosa sta scrivendo: e riesce a trasmettere tutto nel modo giusto, gli odori e i sapori. Il sole che batte forte mentre il sangue cola lento.
    Si respira aria che sa di mare e di credenze antiche, crudelmente affascinanti. Lui ci parla di voodoo e di santeria. Miti ancestrali e maledizioni legate a religioni che hanno basato la loro ragione di esistere su un camuffamento. Santi cristiani e arcaici dei africani che stanno nascosti sotto.
    Certa letteratura funziona proprioin questostesso modo. Usa una faccia per portarti ad adorare qualcosa che sta dietro. Un rito magico che ti lascia preda di battiti e sospiri.
    Quindi non potete mancare. Non potete sottrarvi.
    Vi tocca andare avanti, sfogliare le pagine fino alla fine.
    I racconti di Gordiano Lupi hanno trame essenziali, senza tanti fronzoli; la prosa è chiara, onesta. Le storie ricordano in certi momenti, i vecchi film horror di Joe D'amato. E vanno letti canticchiando piano.
    Nella testa: un ritornello che si ripete. Perché così fanno i buoni racconti: non ti abbandonano più. Neanche a morire. Sono come malefici.
    Forza, quindi. Girate questa pagina e cominciate a farvi ossessionare. Non vi sembra già di sentire riecheggiare un grido?
...continua...

 
 
EDIZIONI IL FOGLIO
UFFICIO STAMPA
056545098
Corrispondenza: CASELLA POSTALE 171
Posta Centrale di via Volta - Piombino
Redazione: via Boccioni 28
57025 PIOMBINO (LI)
 
 
 
IL FOGLIO LETTERARIO & EDIZIONI IL FOGLIO
Rivista e Casa Editrice fondata nel 1999
Sito internet: www.ilfoglioletterario.it
Associati a FIDARE - Federazione degli Editori Indipendenti - www.fidare.it
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 50 millisecondi