:: Home » Eventi » 2007 » Aprile
2007
20
Apr

Festival Musica sulle Bocche

Commenti () - Page hits: 850

Festival Musica sulle Bocche .

 Jazz ed altro sulle Bocche di Bonifacio

A Santa Teresa Gallura  dal 2 al 6 agosto la settima edizione dedicata a John Coltrane

Dall'alba fino a notte fonda, dalle spiagge ai traghetti, il jazz attraversa la frontiera 

 

Per la sua settima edizione, Musica sulle Bocche arriva in anticipo di qualche settimana rispetto agli anni precedenti. Si svolgerà infatti non più a fine agosto, ma all’inizio del mese, precisamente dal 2 al 6 agosto.

Non cambiano, invece, né il luogo né la formula di questo festival jazz diretto dal musicista Enzo Favata, consolidatosi ormai tra le manifestazioni più attese nel panorama estivo della Sardegna e che ha realizzato nel corso degli anni un felice connubio tra musica di qualità e paesaggio, tra spettacolo e cultura dello sviluppo sostenibile.

 

Le originali location degli spettacoli sono indubbiamente il punto di forza della rassegna: le magnifiche spiagge circondate dai graniti scolpiti dal vento, le strade e le piazze della cittadina gallurese, le chiese, il porto e gli stessi traghetti che collegano con la vicina Corsica sono inondati di musica dall’alba fino a notte fonda. “L’idea – sostiene Enzo Favata – è quella della musica che va incontro alla gente, e non il contrario. Ciò significa anche riportare il jazz alle sue autentiche origini popolari”.

 

Tutto questo va di pari passo con una grande attenzione alla qualità dei progetti musicali che ogni anno vengono ospitati  nel festival, in genere sempre ben equilibrato tra i grandi nomi del jazz internazionale e i nuovi talenti.

 

Quella di quest’anno sarà un’edizione  dedicata a John Coltrane, a quarant’anni dalla sua scomparsa. Per ricordarlo nel migliore dei modi, a tutti gli artisti presenti al festival è stata commissionata l’interpretazione di alcuni suoi brani e a lui sarà dedicata l’installazione fotografica che ormai da anni caratterizza e accompagna il festival, immagini di grandi dimensioni proiettate sugli edifici, lungo e strade e sulla torre costiera, a cura del fotografo Luca D’Agostino. Mentre sul sito internet del festival chi vuole può già inviare un  testo o messaggio sul grande musicista afroamericano: “Racconta il tuo Coltrane” è il titolo di questa iniziativa, non un concorso, ma una possibilità di mettere insieme le testimonianze più diverse su ciò che Coltrane ha rappresentato nella vita, nel rapporto con la musica di ognuno di noi. Sul sito è già presente il primo racconto, inviato dallo scrittore siciliano Roberto Alajmo, al quale è anche affidato il tradizionale appuntamento con i “Racconti sulle Bocche”, narrazioni che nascono durante le giornate del festival e che lo stesso autore legge ogni sera sul palco centrale.

 

Per il resto, rimane invariata la formula di successo, con i concerti all’alba sulla spiaggia di Rena Bianca, le incursioni bandistiche per le strade e nei litorali, i concerti al chiostro del porto e quelli sulla piazza centrale. Accanto al jazz vero e proprio c’è sempre spazio per la musica popolare e quella di estrazione colta.

 

Si parte giovedì 2 agosto con l’apertura affidata alla banda di musicisti torinesi Abracabanda e ai Tumbarinos di Gavoi, ospiti ormai fissi della manifestazione. L’incontro tra gli ottoni piemontesi e i tamburi barbaricini animerà le strade del centro gallurese per tutti i giorni della rassegna.

Gli altri artisti in cartellone sono: il sassofonista americano Charlie Mariano, vera leggenda del jazz, accompagnato dal chitarrista argentino Quique Sinesi,  il trio del pianista inglese John Law, il violinista Alexander Balanescu con il suo famoso quartetto insieme al batterista e percussionista sloveno Slatzco Caucich, con il quale darà vita ad progetto originale  prodotto dal festival insieme ad Enzo Favata e intitolato “La Mer”.

Ci saranno inoltre Claudio Fasoli, decano del jazz italiano, con un bel quartetto nel quale figura il  grande virtuoso del contrabbasso,  il russo Yuri  Golubev;  Nicola Morelli, pianista salentino trapiantato a Parigi,  che si muove tra jazz e pizzica pugliese; il chitarrista Marco Tindiglia in quartetto con il sax di George Garzone; il collettivo orchestrale della Campania che annovera i migliori solisti del jazz partenopeo; il clarinettista sardo Paolo Carta Mantiglia ed il suo progetto “Simple Madness”, mentre in un progetto originale tutto dedicato a Coltrane ci saranno: Riccardo  Pittau,  Massimo Carboni, Alfonso  Santimone, Danilo Gallo  e il batterista svizzero Brian Queen.

Il gran finale, l’alba di lunedì 6 agosto sulla spiaggia di Rena Bianca, è affidato a  Ralph Towner, uno dei maggiori chitarristi e compositori contemporanei, leader della mitica formazione degli Oregon.

 

Il festival è organizzato dall’associazione Jana Project con il sostegno del Comune di Santa Teresa Gallura, della Regione Sardegna e il fondamentale contributo degli sponsor privati, soprattutto  aziende del territorio.

 

Tutti i concerti sono gratuiti.

-------------------------------- 

 

Informazioni e aggiornamenti sul programma: www.musicasullebocche.it; tel. 079 952118

Informazioni turistiche: Comune Santa Teresa Gallura- ufficio Turismo  

Tel.0789 754127   Fax 0789 754185; spettacolo@comunesantateresagallura.it

 

Numero verde Contact Center BES – Best Events Sardinia: 800 88 11 88


 

Comunicazione e Relazioni con i Media per Musica sulle Bocche:

Enedina Sanna / enedin@tiscali.it ; mob. 333 3757230

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 48 millisecondi