:: Home » Eventi » 2006 » Luglio
2006
16
Lug

Stanley Clarke e Gorge Duke a Pomigliano Jazz

Commenti () - Page hits: 950

I leggendari Stanley Clarke e Gorge Duke

per la chiusura

del POMIGLIANO JAZZ FESTIVAL

www.pomiglianojazz.com

Ultima serata per il Pomigliano Jazz Festival (domenica 16 luglio). Ancora quattro concerti: i primi tre nel suggestivo Parco Pubblico di Pomigliano d’Arco, area verde di circa 72.000 metri quadri all’ombra del Vesuvio; il quarto al Sound Café, jazz club adiacente al Parco. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito ed inizieranno a partire dalle 20.45.

Saranno le due icone del jazz-funky degli anni Ottanta a chiudere questa undicesima edizione del Pomigliano Jazz Festival. Il leggendario bassista Stanley CLARKE e il pioniere dell’era elettronica George DUKE saranno sul Palco Centrale con il loro speciale progetto. Dalle incursioni nella musica di Frank Zappa ( You Can't Do That On Stage Any More Vol. 2 e The Lost Episodes ) al jazz più ortodosso: Cannonball Adderly, Dizzy Gillespie . George Duke è sicuramente una delle personalità più versatili del panorama musicale afroamericano. Pianista, ma anche cantante e produttore pop (Dionne Warwick e The Cure tra i tanti), il sessantenne musicista di San Rafael ritorna in Europa e questa volta lo fa scegliendo un fidato compagno di avventure, lo straordinario bassista Stanley Clarke, con il quale tra il 1981 e il 1990 firma tre produzioni a nome Clarke/Duke Project che sono diventate vere e proprie perle della fusion anni Ottanta.

Ma quest’ultima serata riserverà agli appassionati di jazz altre tre forti emozioni. Si inizia con lo speciale concept musicale di Pino MINAFRA , “Terronia” un viaggio che attraversa il vissuto artistico – e non solo – del musicista pugliese. Un mix straordinario di musica sacra, bande, arie d’opera, musica antica e sinfonica, musica leggera, etnica, rock, jazz, musica improvvisata ed altro. Un viaggio che continua anche sul secondo Palco (allestito nell’invaso del Parco Pubblico) dove toccherà al sassofonista argentino Javier GIROTTO raccontare la sua terra in un progetto speciale denominato Escenas Argentinas nel quale la musica degli Aires Tango commenterà il reportage fotografico che Giancarlo Cerando ha realizzato nella terra delle madri de Plaza de Mayo.

L’undicesima edizione si concluderà negli spazi del jazz club (il Sound Café) dove si esibirà il trio composto da Giulio MARTINO , sax tenore e soprano; Valerio SCRIGNOLI , chitarre; Alfredo LAVIANO , batteria che si esibiranno in un particolare omaggio al leggendario sassofonista afroamericano John Coltrane: “Changing Trane” titolo anche dell’ultima produzione discografica di Martino.

O ltre ai concerti il Pomiglianoi Jazz Festival prevede mostre , workshop in collaborazione con Ismez Onlus , seminari di guida all’ascolto del jazz, laboratori creativi per bambini , performance artistiche e inediti progetti musicali e culturali.

ufficio stampa:

press@pomiglianojazz.com

Umberto Di Micco tel. 3492679541

Carlo Pecoraro tel. 3389672483

 

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 66 millisecondi