:: Home » Eventi » 2006 » Giugno
2006
22
Giu

Storie di Altri Mondi - Torino - 3 luglio

Commenti () - Page hits: 1000

IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA Associazione di Cultura Globale

 

Residenza Multidisciplinare STORIE DI ALTRI MONDI

 

presenta

 

STORIE DI ALTRI MONDI

 

Rassegna di cinema, teatro, danza e arti figurative

 

Torino, lunedì 26 giugno - lunedì 3 luglio 2006

 

Prima edizione

 

 

 

 

con il sostegno di

 

Regione Piemonte

Città di Torino

Fondazione Cassa di Risparmio di Torino

Circoscrizione 7

The Gate

 

in collaborazione con

 

DAMS Università di Torino

Sistema Teatro Torino

Museo Nazionale del Cinema

Centro Interculturale della Città di Torino

Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini

Centro Culturale Dar Al Hikma

Associazione AbstrActA

Cafè Liber

 

 

 

Rassegna STORIE DI ALTRI MONDI

Prima edizione

 

Torino, lunedì 26 giugno - lunedì 3 luglio 2006

 

 

La prima edizione della Rassegna STORIE DI ALTRI MONDI apre l’omonima Residenza Multidisciplinare de Il Mutamento Zona Castalia. Il progetto si realizzerà nel triennio 2006-2008. Caratteristica di questa Residenza Multidisciplinare è di configurarsi come progetto territoriale, prevalentemente nell’area di Porta Palazzo - Borgo Dora, con l’obiettivo di realizzare un intervento organico e continuativo nel tempo. Le iniziative proposte hanno per centro il dialogo tra le diverse etnie, l’intercultura, la tolleranza razziale.

 

STORIE DI ALTRI MONDI intende approfondire l’interesse al dialogo, al confronto e allo studio attivo di culture diverse e differenti sistemi di pensiero. Da alcuni anni il nostro lavoro si concentra su mondi lontani dai nostri consueti territori. Dai paesi extraeuropei, ai mondi lontani nel tempo storico, alle storie tradizionali, ai miti e ai mondi fantastici immaginati da scrittori e poeti, fino ad altri mondi, come quelli intuiti dal visionario scrittore di fantascienza P. K. Dick. 

 

STORIE DI ALTRI MONDI può essere un buon mezzo per avvicinare i giovani alla conoscenza di culture e tradizioni molto differenti dalle nostre e, attraverso questi, ai temi dell’integrazione, della tolleranza, della pacifica convivenza, dell'incontro e dello scambio tra differenti culture, nel rispetto delle singole identità. Una possibile introduzione alla comprensione dei rapporti tra il Nord e il Sud del mondo.

 

STORIE DI ALTRI MONDI desidera coinvolgere le associazioni culturali, le organizzazioni spontanee, giovanili, la popolazione residente e quella che non frequenta abitualmente questa zona della città, concorrendo all’integrazione e alla pacifica convivenza delle diverse comunità, alla riqualificazione delle aree interessate e alla nascita di nuovi e inusuali spazi di cultura nel territorio della Circoscrizione 7.

 

 

 

 

 

 

 

IL PROGRAMMA

STORIE DI ALTRE MONDI si apre con la rassegna cinematografica Passaggi a Oriente, organizzata in collaborazione con Il Museo Nazionale del Cinema. Questa prima sezione propone tre giornate di programmazione alla Sala Tre del Cinema Massimo, in via Verdi 18, con una selezione di pellicole con tematiche legate all’Oriente, e in particolare al Tibet.

Ingresso per le proiezioni: 3,50 euro, posto unico

 

 

STORIE DI ALTRE MONDI prosegue con quattro giornate di spettacoli ed interventi, dal Centro Dar Al Hikma in via Fiocchetto 15, al Cafè Liber in c.so Vercelli 2, a piazza Borgo Dora, dove si svolgerà la parte centrale della manifestazione.

Tappa conclusiva, lunedì 3 luglio, presso il Centro Interculturale della Città di Torino, in corso Taranto 160.

L’ingresso agli spettacoli è gratuito.

 

 

Cinema

Rassegna Passaggi a Oriente

 

Teatro

Il Mutamento Zona Castalia

Teatro della Selve

Il Melarancio

Teatro delle Forme

O’ Zoo No

 

Danza

Antonella Usai

Ambra Senatore

 

Arti figurative

Carlo Giaccone (Studio di pittura Cyan)

Romina Magno

 

Musica

L’Orchestra di Porta Palazzo

Amadou Kienou & Foteban

 

Seminari

Antonella Usai BHARATANATYAM: il ritmo che crea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
STORIE DI ALTRI MONDI
 CINEMA
“Passaggi a Oriente”
Da lunedì 26 a mercoledì 28 giugno

CINEMA MASSIMO

Via Verdi 18

 

Programma

 

Lunedì 26/06

 

 

 

 

15.50

Perché Bodhi Dharma è partito per l'Oriente?

Bae Yong-kyun

K 1989

130’

18.10

Himalaya - L'infanzia di un capo

Eric Valli

F/Gb/Ne 1999

105’

20.00

Piccolo Buddha

Bernardo Bertolucci

Gb 1993

139’

22.30

Milarepa

Liliana Cavani

I 1972

108’

 

 

 

 

 

Martedì 27/06

 

 

 

 

16.30

La storia del cammello che piange

Luigi Falorni

G/Mon 2003

90’

18.10

Piccolo Buddha

Bernardo Bertolucci

Gb 1993

139’

20.45

La ruota del tempo

Werner Herzog

G 2003

80’

22.15

Genghis Blues

Roko Belic

Usa 1999

88’

 

 

 

 

 

Mercoledì 28/06

 

 

 

 

16.30

La ruota del tempo

Werner Herzog

G 2003

80’

18.00

Milarepa

Liliana Cavani

I 1972

108’

20.30

La storia del cammello che piange

Luigi Falorni

G/Mon 2003

90’

22.15

Himalaya - L'infanzia di un capo

Eric Valli

F/Gb/Ne 1999

105’

 

 

 

STORIE DI ALTRI MONDI
TEATRO, MUSICA, DANZA e ARTI FIGURATIVE
Da giovedì 29 giugno a lunedì 3 luglio

 

 

GIOVEDÌ 29 GIUGNO

Centro Culturale Dar Al Hikma, via Fiocchetto 15

 

Ore 19.30

Inaugurazione e rinfresco

 

Ore 21

Il Mutamento Zona Castalia

LE FAVOLE DEL PAÑCATANTRA

 

Drammaturgia e regia di Giordano Vincenzo Amato

Con Eliana Cantone

Musiche composte ed eseguite da Giulio Berutto

Scene di Francesca Tortora

Produzione Il Mutamento Zona Castalia 2004

Con la partecipazione straordinaria della danzatrice Antonella Usai

 

 

Il Pañcatantra che significa letteralmente “cinque parti” fu scritto probabilmente nel Kashmir nel secondo secolo a.C. e, proprio come le Mille e Una Notte, si sviluppa su un’ossatura prestabilita: un re che dispera di istruire i suoi due giovani eredi alquanto ottusi, finché un giorno un saggio Brahamano s’impegna ad insegnare ai due ragazzi tutto il niti in sei mesi. L’insegnamento del niti avviene per mezzo di favole abilmente intrecciate l’una all’altra, senza soluzione di continuità. Lo spettacolo, opportunamente attualizzato ma nel rispetto del contenuto pedagogico e sapienziale originale, è caratterizzato da una particolare interazione tra musica, voce e azione.

 

 

Ore 22.00

CRASH di Carlo Giaccone (Studio di pittura Cyan) e Romina Magno

Performance di pittura

 

Carlo Giaccone propone la performance Crash che mette in rapporto la pittura realizzata con materiali tradizionali cinesi (pennelli, inchiostro di china, carta di riso) e le tecnologie moderne, quali video riprese e proiezioni in tempo reale. L’evento è accompagnato dalle note di Quatuor pour la Fin du Temps di Oliver Messiaen.

 

Carlo Giaccone ha frequentato la facoltà di architettura al politecnico di Torino. Nel 1987, insieme al pittore Marco Longo, fonda la scuola di disegno e pittura "Studio Ricerche Visive". Dal 1993 al 1997 ha diretto lo spazio espositivo "Le Nicchie" presso Zona Castalia. Negli stessi anni partecipa a numerose esposizioni sia collettive che personali in diverse località del Piemonte.

Nel 1990 inizia lo studio della pittura a china su carta di riso; nei diversi viaggi in Cina frequenta pittori ed artisti legati alla pittura tradizionale cinese. Studia pittura ad inchiostro di china in bianco e nero a Pechino con il maestro Yu Un Tao. Nel 2000, insieme al pittore Stefano Giorgi inaugura a Torino lo Studio Cyan, la prima scuola in Italia dedicata alla pittura ad inchiostro di china.

 

 

 

 

 

VENERDÌ 30 GIUGNO

Centro Culturale Dar Al Hikma, via Fiocchetto 15

 

Ore 15.00

Il Mutamento Zona Castalia

KAIDARA

Liberamente ispirato al racconto iniziatico Peul

 

Drammaturgia e regia di Giordano Vincenzo Amato

Con Eliana Cantone e Antonio Ruggiero

Musiche composte ed eseguite da Giulio Berutto

Scene e costumi di Francesca Tortora

Produzione Il Mutamento Zona Castalia 2005

 

Kaidara è una delle opere più significative della cultura africana tradizionale. Il pantheon Peul indica Gheno come il Creatore del mondo. Da Gheno deriva una schiera di geni, tra cui Kaidara, che abita le profondità della terra dove gli eroi si avventureranno alla sua ricerca, ricevendo premi e castighi, secondo i propri meriti. Sotto l’ingenua parvenza di fiaba, semplice e gradevole all'ascolto, questa narrazione orale di grande profondità esige un'attenzione costante e una straordinaria ginnastica intellettuale. Chi invece vorrà aprire all’ascolto il proprio cuore, potrà coglierne pienamente il significato iniziatico e religioso. Il Mutamento Zona Castalia ne propone una riscrittura originale e di grande coinvolgimento.

 

 

Ore 19.30

Aperitivo Dar Al Hikma, via Fiocchetto 15

 

Ore 21.00

O Zoo No

STAND UP! (novità)

Un'accozzaglia di luoghi comuni piccola ma presuntuosa, propinata da cialtroni incapaci

di Massimo Giovara

con Massimo Giovara e Carlo Nigra

 

I due personaggi, Alf e Omer, dalle loro autarchiche postazioni producono suoni, luci e odori che non comunicano nulla, ma che sono capaci di distrarci, per un momento, dalla mannaia che sempre penzola sulle nostre teste.

Alf e Omer lanciano giochi a quiz, esperimenti di crudeltà mentale e fisica, interviste, brani di successo, e  offerte commerciali di fucking machines. 

Lo spartito affabulatorio è fatto da pezzi rari e da brani dimenticati di un lavoro durato 40 anni.

 

 

A seguire

Ambra Senatore, danza contemporanea

DOMESTIQUE  (novità per Torino)

 

Coreografia e interpretazione: Ambra Senatore

Musiche: Brian Bellott, Domenico Modugno

 

L’ambiente domestico come luogo chiuso: insieme protetto e isolato. Spazio di vita quotidiana, di ripetizione di gesti, di piccoli rituali e anche di intimità e abbandono al gioco. Una donna lo abita.

Domestique è lo sviluppo di Vetrina, performance del 2005, che esplora con il corpo l’intimità della solitudine e il desiderio, spesso maldestro, di incontrare l’altro.

 

 

 

 

 

 

SABATO 1 LUGLIO

Piazza Borgo Dora

 

Ore 11

Il Mutamento Zona Castalia

KAIDARA

Liberamente ispirato al racconto iniziatico Peul

 

Drammaturgia e regia di Giordano Vincenzo Amato

Con Eliana Cantone e Antonio Ruggiero

Musiche composte ed eseguite da Giulio Berutto

Scene e costumi di Francesca Tortora

Produzione Il Mutamento Zona Castalia 2005

 

 

Ore 16

Teatro delle Selve

RE CERVO SECONDO GLI ANDANTI (novità per Torino) –  spettacolo itinerante

Fiaba teatrale tragicomica per spazi aperti (liberamente tratta da “Il re cervo” di Carlo Gozzi)

 

con Franco Acquaviva, Rosalba Genovese, Elena Morando, Anna Olivero

Regia e drammaturgia: Franco Acquaviva               

Costumi e oggetti di scena: Anna Olivero

 

In questo spettacolo si ripercorre in maniera insolita, coi mezzi del teatro di strada la celebre tragicommedia “Il re cervo” scritta da Carlo Gozzi e rappresentata nel 1762. Una truppa di comici approda all’ennesima piazza dove dovrà recitare la commedia di turno. Con maschere e costumi gli attori si mescolano al pubblico e mettono in scena la loro versione del “Re cervo”, storia di una tirannia grottesca che si capovolge in farsa e sul finale lievita in sogno malinconico. Danzando e recitando gli attori si spostano in quattro luoghi diversi che evocano di volta in volta la casa di uno dei personaggi, il palazzo del re, la selva di Roncislappe, il luogo della tirannia, seguiti dagli spettatori.

 

 

Ore 17

Teatro delle Forme

IL CARRO DEGLI IMBONITORI (novità per Torino) –  spettacolo itinerante

 

Con Alice Imperiale, Andrea Mammolenti, Daniele Molaro e Stefania Demichelis

 

Nel medioevo la figura dell’imbonitore rappresentava non solo un valido ausilio alla comunicazione, mettendo in contatto villaggi distanti, ma era anche il tramite tra cultura alta e bassa, contaminatore del linguaggio per mezzo dei dialetti. Il tentativo messo in scena dal Teatro delle Forme è quello di proporre un ritorno del teatro alle sue origini, legate alle quotidiane necessità. Su di un carretto in legno d’abete, quattro personaggi provenienti da luoghi lontani uniscono alla vendita itinerante di oggetti, magie ed elisir improbabili, la messa in gioco dell’attore, portando in scena piccole, tragiche, esilaranti umanità della tradizione popolare.

 

 

Ore 18

Il Melarancio

LA BATTAGLIA DEI CUSCINI

di Gimmi Basilotta, Marina Berro

con  Gimmi Basilotta, Marina Berro, Tiziana Ferro, Luca Occelli

musiche: Sisimizi, Persiana Jones, I Fratelli di Soledad

 

L'idea nasce dal ricordo degli scontri all'ultima piuma cha da bambini, tra fratelli, si facevano sul letto prima di andare a dormire. Qui il gioco viene centuplicato più e più volte, diventando uno spettacolo di piazza esplosivo, divertente e di grande coinvolgimento. Uno spazio opportunamente attrezzato accoglie il pubblico prima dell'inizio dello spettacolo. Centinaia di leggerissimi cuscini multicolori cadono dall'alto e, in una reazione a catena, esplode la battaglia. Accompagnati da scatenatissime musiche ska, gli spettatori si trovano coinvolti in una piccola follia collettiva, dove tutti combattono contro tutti. Questa pazza ed inoffensiva lotta a colpi di cuscino, prosegue fino allo sfinimento dei partecipanti. Ad un preciso segnale tutto si ferma e la battaglia si conclude in un soffio di piume.

 

 

Ore 19.30

Aperitivo Café Liber

C.so Vercelli, 2

 

 

Ore 21.30

Orchestra di Porta Palazzo

Concerto dal vivo

 

L’orchestra di Porta Palazzo mescola i suoni e i ritmi di quella zona di Torino, da sempre ospitale verso gli immigrati, dove ogni giorno si tiene il mercato all’aperto più grosso d’Europa: dalla musica delle vecchie osterie di Borgo Dora (tra la canzone italiana e il ballo liscio), alle percussioni africane, senza trascurare sonorità orientali e ritmi sudamericani. L’orchestra di Porta Palazzo è uno spazio musicale dove diverse culture e diverse generazioni s’incontrano, con le loro esperienze, le loro fedi, le loro storie d’immigrazione, dal Veneto o dal Senegal...

 

 

 

DOMENICA 2 LUGLIO

Piazza Borgo Dora

 

Dalle ore 15 alle ore 18

FESTA DEGLI INCONTRI con le comunità e la famiglie in collaborazione con le comunità presenti sul territorio. La Festa Degli Incontri è un’occasione promossa da Il Mutamento Zona Castalia per presentare una delle proprie produzioni alle comunità, coinvolgendo i ragazzi e le loro famiglie in un momento di incontro e di scambio attivo. Una giornata di festa e di sintesi delle varie fasi del nostro progetto.

 

 

Ore 15

Il Mutamento Zona Castalia

MIPAM-MILA

Un’infanzia tibetana

 

Drammaturgia e regia Giordano Amato

Con Eliana Cantone e Elena Savio

Musiche composte ed eseguite da Giulio Berutto

Scene e costumi Elena Lo Sardo

Produzione Il Mutamento Zona Castalia 2006

 

La storia di Milarepa, il famoso mago e santo tibetano vissuto nell’undicesimo secolo incontra il racconto fantastico di Mipam, un bambino dal grande destino. Nati entrambi da una ricca famiglia di contadini,  i due ragazzi sembrano avere un destino molto diverso. Tanto terribile quello di Milarepa, quanto ovattato e apparentemente semplice quello di Mipam. Due strade opposte e parallele verso uno stesso obiettivo: la conoscenza di se stessi. La storia di Mila-Mipam può essere il simbolo del cammino dall’oscurità dagli antichi culti primitivi verso la nuova luce della religione buddhista.

 

A seguire

 

·         STORIE raccontate dai partecipanti del Laboratorio Teatrale ESSERE VIVENTI

 

  • Compagnia Schiacciapensieri in IL MALATO

 

 

Ore 21.30

Amadou Kienou & Foteban

Concerto dal vivo

 

Amadou Kienou, artista di cultura Mande proveniente dal Burkina Faso, non ha mai dimenticato il patrimonio folklorico del suo villaggio d’origine, evolvendo nel tempo la propria esperienza professionale fino ad incrociare i percorsi di autentiche stelle della musica africana, come Manu Dibango, Youssou N’Dour e Baba Maal. Virtuoso di djembé, un tamburo dalla storia millenaria ricavato da un tronco d’albero stagionato per almeno un anno, Amadou riesce con il suo strumento a creare linee poliritmiche assai complesse, che sanno avvolgere l’ascoltatore in atmosfere ipnotiche di grande effetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

LUNEDÌ 3 LUGLIO

Centro Interculturale della Città di Torino, corso Taranto 160

 

Ore 15.00

Il Mutamento Zona Castalia

MIPAM-MILA

un’infanzia tibetana

 

Drammaturgia e regia Giordano Amato

Con Eliana Cantone e Elena Savio

Musiche composte ed eseguite da Giulio Berutto

Scene e costumi Elena Lo Sardo

Produzione Il Mutamento Zona Castalia 2006

 

 

SEMINARI

Antonella Usai BHARATANATYAM: il ritmo che crea

Dal 3 al 5 luglio, dalle 18 alle 21

Il Bharatanatyam, originario dell'India del sud, vanta una storia millenaria ed è uno degli stili di danza più antichi ed elaborati al mondo. Si compone di un aspetto tecnico di cosiddetta danza “astratta” e di un aspetto espressivo-narrativo in cui, attraverso la combinazione di movimenti elaborati del corpo ed espressioni codificate del volto, vengono raccontate vere e proprie storie e  trasmesse particolari emozioni e stati d'animo. La stessa tecnica estremamente sofisticata risponde ad una visione del corpo come strumento sacro di conoscenza e realizzazione, dove ogni passo, postura e movimento hanno una valenza precisa basata sull'attribuzione ad ogni parte del corpo di specifici valori simbolici. Questo seminario si rivolge a danzatori, attori e praticanti discipline del movimento Il corso (9 ore complessive), si propone di fornire ai partecipanti una conoscenza basilare dei fondamenti del teatro danza  indiano in generale e del Bharatanatyam nello specifico, con particolare attenzione agli aspetti filosofico-simbolici di questa disciplina. Il costo è di 60 euro e i posti sono limitati (massimo 14 partecipanti).

Per prenotazioni: Tel/fax 011.484944.

 

 

 

Programma

Esercizi preparatori

Namaskara il saluto danzato

Studio delle posture base del corpo

Studio di alcuni adavu o famiglie di passi

Studio delle Hasta Mudra o linguaggio codificato delle mani

Abhinaya  lavoro su espressività ed emozioni

Combinazione dei vari elementi appresi: studio di una breve composizione danzata

Talam e Ragam: Ritmo e melodia, brevi accenni al sistema musicale indiano

 

 

 

STORIE DI ALTRI MONDI

IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA Associazione di Cultura Globale

Direzione artistica Giordano V. Amato

Comitato artistico Marco Caltagirone, Eliana Cantone, Nino Falleti

Organizzazione e amministrazione Tiziana Mitrione, Valentina Bonino, Chiara Antoniotti

Sede legale e Uffici: via P.D. Pinelli 23 (To) - 10144 Torino

Tel/fax 011.484944

e-mail: info@mutamento.org

www.mutamento.org

 

Ufficio Stampa - STILEMA

Via Cavour 8 – Torino

Tel. 011-5624259, e-mail: cristina.negri@stilema-to.it

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 79 millisecondi