:: Home » Eventi » 2006 » Maggio
2006
30
Mag

Premio Letterario Castelfiorentino 2006

Commenti () - Page hits: 1100

È Claudio Magris il vincitore del «Premio speciale» della VIII edizione del Premio Letterario Castelfiorentino di Poesia e Narrativa 2006. La premiazione, contestualmente alla proclamazione dei vincitori per l’inedito e all’assegnazione dei premi relativi, avrà luogo sabato 10 giugno 2006, ore 21, presso il Ridotto del Teatro del Popolo di Castelfiorentino, Piazza Gramsci.

Scrittore di raffinata efficacia e straordinaria capacità di coinvolgimento, germanista e studioso della letteratura mitteleuropea, saggista di vasta cultura e acuto giornalista, Claudio Magris – nato a Trieste nel 1939 – è considerato, a ragione, l’erede di quella prestigiosa tradizione triestina che annovera tra i suoi archetipi letterari Svevo e Saba.

F in dalla sua tesi di laurea discussa all’Università di Torino, Il mito asburgico nella letteratura austriaca moderna, edita da Einaudi nel 1963, Trieste si rivela per Magris luogo simbolico e nucleo ispirativo originario di un itinerario protratto, volto attraverso la scrittura e le sue poliedriche accezioni applicative e di genere, alla conoscenza dell’uomo moderno, còlto nelle sue ambiguità e nelle sue contraddizioni, indagato nelle imprevedibilità dei suoi comportamenti e nei suoi traumi non meno che nei suoi valori e nelle possibilità di una propria riaffermazione in chiave coscienziale e solidaristica.

In questo senso appare fondamentale e fondante il suo contribuito di tipo critico alla conoscenza della cultura mitteleuropea in Italia, complessivamente svolto attraverso l’insegnamento universitario e una fitta serie di studi e traduzioni: da Wilhelm Heinse (1968), Lontano da dove. Joseph Roth e la tradizione ebraico-orientale (1971) a Dietro le parole (1978) e Itaca e oltre (1982); da Trieste. Un’identità di frontiera (scritto in collaborazione con lo storico Angelo Ara, 1982) a L’anello di Clarisse. Grande stile e nichilismo nella letteratura moderna (1984) e Utopia e disincanto (1999). Tra gli autori tradotti, Ibsen, Kleist e Schnitzler

Come narratore Magris esordisce nel 1984 con Illazioni su una sciabola, subito salutato come scrittore dotato e originale. Risale a due anni dopo il felicissimo libro della consacrazione, Danubio, romanzo pubblicato da Garzanti e oggi tradotto in molte lingue, situabile al denso crocevia tra romanzo, diario e saggio, e cioè secondo quella cifra che sigla le capacità stesse di scandaglio esplorativo e suggestione dell’esercizio artistico cui Magris si affida.

Altrettanto riuscito ed importante, legato alla specificità di una dizione in grado di infrangere all’insegna del viaggio e del viaggio della scrittura, in una sorta di pluritestimonianza storica umanamente incaricata, simultanea e bruciante, le categorie di spazio e tempo, l’ultimo testo poematico-romanzesco Alla cieca, apparso nel 2005, di nuovo per i tipi di Garzanti. Tra i libri di narrativa si segnalano inoltre il romanzo breve Un altro mare (1991), il racconto Il Conde (1993), e ancora Le voci (1995), Microcosmi (1997, Premio Strega 1998), L’infinito viaggiare (2005), Lei dunque capirà (2006).

Magris ha anche firmato un’opera teatrale: Stadelmann (1988). Nota a tutti la sua attività di tipo giornalistico svolta per il “Corriere della Sera”. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali, insignito di lauree ad honorem presso università europee, Claudio Magris è stato s enatore della Repubblica dal 1994 al 1996.

Il «Premio Letterario Castelfiorentino»

Posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Regione Toscana e della Provincia di Firenze, il Premio Letterario Castelfiorentino, giunto oggi alla sua VIII edizione, è organizzato dal Comune di Castelfiorentino-Assessorato alla Cultura , la Banca di Credito Cooperativo di Cambiano, il Comitato attività promozionali «Per Castello», la Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia e l’Associazione Toscana per la Lotta contro la fibrosi cistica.

La sua giuria è composta da Marco Marchi (presidente), Sandra Landi, Nicoletta Mainardi, Sergio Mazzini, Maria Sabrina Titone, Giacomo Trinci, Paolo Marini (segretario).

Vincitori del «Premio speciale» del «Castelfiorentino» nelle precedenti edizioni sono stati Mario Luzi, Maria Luisa Spaziani, Edoardo Sanguineti, Dacia Maraini e Tonino Guerra, mentre, ancora dal 2001 al 2005, nella sezione inediti sul tema In Toscana: storie e impressioni si sono affermati, conseguendo il 1° premio, Alberto Arletti con il racconto Materia da folli o da poeti, Eugenio De Signoribus con la poesia La fólgore di San Gimignano, Ettore Baraldi e Patrizia Ferrando, alla pari, con il poemetto Portatori di saluti e con il racconto Al buio non si trova, Francesco Camerini e Marco Giovenale, ancora alla pari, rispettivamente con il racconto Terre rosse e con le liriche di Quattro inverni senesi, e Valentino Ronchi, con la suite poetica Giugno Vadese.

La serata conclusiva di sabato 10 giugno 2006

La premiazione di Claudio Magris e degli autori vincitori per l’inedito avrà luogo sabato 10 giugno 2006, ore 21, presso il Ridotto del Teatro del Popolo di Castelfiorentino, Piazza Gramsci.

La serata, alla quale interverranno il Sindaco di Castelfiorentino Laura Cantini, l’Assessore alla Cultura Sergio Mazzini e il Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Cambiano Paolo Regini, sarà condotta da Marco Marchi. I testi di Claudio Magris e degli altri scrittori premiati saranno letti dall’attrice Laura Mazzi.

Oltre alla proclamazione di vincitore e segnalati per l’inedito sul tradizionale, specifico e connotante tema toscano, è previsto quest’anno – è una novità dell’VIII edizione – il conferimento di originali diplomi d’iscrizione alla «Libera Scuola del Premio» . Tali diplomi sono riservati a poeti e scrittori di Castelfiorentino e dell’area valdelsana la cui attività, valutata meritevole, ha trovato nel Premio e nella sua storia un accredito e un ideale punto di riferimento.

Nel corso della serata saranno inoltre ufficialmente presentati e consegnati agli autori risultati vincitore e segnalati nel 2005 gli Atti della VII edizione del Premio: un libro dal titolo Giugno Vadese e altri testi, una copia del quale sarà data in omaggio a tutti i partecipanti alla serata.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito e aperto a tutti. Per informazioni: tel. 0571-631731 e 338-4293724 - www.premioletter ariocastelfiorentino.it

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
:: Eventi recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 216 millisecondi