:: Home » Articoli » 2010 » Luglio
2010
23
Lug

Il Valore Dei Giorni

Commenti () - Page hits: 900

Pagg.249 Euro 16 Feltrinelli Editore
 
Marco Leoni è un uomo di successo. 43 anni, sposato  con la giornalista Isabella, è un “direct reports”,un uomo chiave di una multinazionale finanziaria il cui lavoro lo porta sovente fuori da casa, per viaggi di lavoro, specie da quando la guida della società è stata assunta da un manager rampante, Alain De Bruyn,  desideroso di conseguire sempre più importanti risultati in termini di profitto. Dotato del blackberry, non conosce vacanze, ma solo viaggi di lavoro, che  viene svolto con passione,alla ricerca di nuovi traguardi, di nuovi successi , anche se il rapporto con la moglie, anch’essa giornalista in ascesa, si sta deteriorando. Il protagonista viene chiamato dal fratello , poco più che quarantenne, Domenico a Porto San Giorgio dove si è rifugiato dopo la morte del figlio e dove gestisce un negozio di ferramenta, intestato a Marco, dopo essere stato dichiarato fallito. Domenico ha una storia sentimentale  con Teresa, mutilata, in seguito ad un cancro, di un seno, due figli e il “ mondo” di Domenico appare a Marco totalmente estraneo a Marco. Due fratelli, due facce della stessa medaglia,che non hanno in comune “il valore dei giorni”. Frenetiche e dinamiche quelle di Marco, sempre con il bauletto, il troller e gli aeroporti, lento, riflessivo, libero,  quello di Domenico che muore d’infarto. La morte del fratello induce Marco a una riflessione profonda su se stesso, sulla vita, sul rapporto con la moglie. Incomincia a gustare le piccole cose, si rende conto che la morte è un elemento che accomuna tutti, incomincia,nei giorni che precederono il funerale, a riflettere sulla sua società che arriva a definire morale, perché l’obiettivo è quello “ di realizzare profitti che sono i soli metri di giudizio per ogni scelta, lo scopo finale”,  vuole riallacciare il rapporto con la moglie.  Esegue tutte le volontà del fratello come quella di intestare il negozio a Teresa, vuole “ fuggire”  da se stesso, dalla sua vita che,se ricca di successi professionali ed economici, è vuota di pathos, di affetti.La morte del fratello lo porta a riflessioni acute sul valore dell’esistenza umana, su chi siamo,  sul perché viviamo, di pirandelliana memoria. Una morte, questa del fratello, preannunciata dallo scrittore sin dalle prime pagine del libro quando Domenico porta Marco al cimitero di Porto San Giorgio a far visita alla tombali famiglia dove è sepolto anche il loro  padre, morto suicida. Scrittura profonda, personaggi magistralmente caratterizzati, profonde riflessioni sul significato della vita e della morte,come gli incontri di Marco con il parroco, caratterizzano questo libro che è un feroce atropo di accusa nei confronto di una società che punta l’attenzione sui bisogni della gente, li alimenta, tralasciando il valore etico, morale e mistico, non pensando alla qualità della vita che si conduce, on tenendo in considerazione “il valore dei giorni”, come recita il titolo del romanzo. Marco capirà, in seguito alla morte del fratello, gli errori commessi, i rapporti trascurati con lo stesso Domenico e con la madre e il libro si conclude con una speranza per il protagonista e per il lettore. Vi è la possibilità di vivere in maniera migliore rispetto alla vita che conduciamo. Nata è molto bravo, ci regala un libro intenso, intriso di contenuti, senza essere per  nulla “moralista”, avvalendosi di un impianto narrativo consolidato e sapientemente costruito. E’ un libro che ha il pregio, oltre di essere scritto in maniera superba, di indurre il lettore a riflettere.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 64 millisecondi