:: Home » Articoli » 2010 » Maggio
2010
3
Mag

Rendere Umani gli Esseri Umani

media 3 dopo 1 voti
Commenti () - Page hits: 1200
Bioecologia dello Sviluppo
 
Urie Bronfenbrenner è un famoso psicologo americano, scomparso nel 2005, fra i più importanti studiosi della psicologia evolutiva del secolo scorso.
I suoi contributi, fin dalla seconda metà del secolo scorso, hanno permesso a questo tipo di studi di arricchirsi di prospettive nuove, più attente a un rapporto equilibrato fra modelli conoscitivi e raccolta di dati scientifici, permettendo a una disciplina nata soprattutto in ambito teorico di rendersi sempre più aderente all’esigenze pratiche di ricerca.
 Bronfenbrenner stesso fondò la scuola della Bioecologia dello Sviluppo Umano, che analizza lo sviluppo dei bambini e in generale della persona umana in una prospettiva sistemica di continua interazione con gli ambienti diversi in cui è inserito; il rapporto sistemico con l’ambiente dice quindi che non è pensabile ritenere né l’ambiente come inutile, né allo stesso modo come un elemento però determinante la crescita dell’individuo. L’individuo cresce all’interno e in rapporto con sistemi di relazioni su cui agisce e da cui viene influenzato. Lo psicologo americano distingue ben quattro tipi di ambienti, intesi come situazioni in cui la persona è inserita, e che costituiscono l’ossatura fondamentale del suo pensiero: microsistema, mesosistema, ecosistema, macrosistema.
Il libro Rendere umani gli esseri umani della casa Editrice Erickson è una voluminosa raccolta di saggi di quest’autore e di suoi collaboratori, che offrono una panoramica completa del suo pensiero così importante per la prospettiva epistemologica della psicologia dello sviluppo.
In circa 350 pagine vengono riproposti attraverso diciannove saggi i punti salienti della sua proposta di Bioecologia dello Sviluppo Umano.
Il libro è diviso in due parti: nella prima parte, La natura della teoria e della ricerca bioecologica,  sono riportati i contributi che cercano di definire la prospettiva proposta da Bronfenbrenner attraverso le progressive intuizioni che lui stesso e i suoi più importanti collaboratori hanno cercato di precisare in oltre sessant’anni di lavoro; si tratta di articoli, studi su argomenti specifici, estratti di convegni e tavole rotonde da cui è possibile estrapolare le linee essenziali  del suo pensiero, che tratta delle tematiche fondamentali delle teorie dello sviluppo umano e che, come abbiamo detto, ha aiutato non poco a fare progredire questo tipo di disciplina nel secolo scorso. Vengono sviscerati i punti di riferimento più importanti per cogliere i fondamenti della prospettiva del nostro autore e presentati alcune tematiche classiche delle teorie dello sviluppo umano, attraverso le categorie dell’ecologia, del rapporto “natura-cultura”, etc.
Nella seconda parte, Utilizzare l’ecologia dello sviluppo umano per la condizione umana, abbiamo una prospettiva di tipo applicativo: vengono riportati infatti saggi in cui l’autore e alcuni suoi principali collaboratori presentano le conseguenze della prospettiva bioecologica, proponendo indicazioni riguardanti le politiche sociali (in questo caso soprattutto degli Stati Uniti), ma anche in concreto il rapporto tra genitori e figli. Le osservazioni che si evincono da questa parte permettono di passare nel campo delle scienze applicate (di tipo soprattutto politico o di livello di sistema famigliare), che offrono spunti interessanti e a volte provocatori di riflessione.
In generale, il libro, proprio per l’importanza del suo autore, può essere considerato uno strumento molto importante per gli studiosi di pedagogia e di psicologia dello sviluppo umano, per approfondire tematiche tipiche di queste discipline e per farsi un’idea dello sviluppo teorico avvenuto nel secolo scorso; educatori, operatori sociali, ma anche politici e amministratori potranno trovare spunti interessanti, soprattutto nella seconda parte del libro, per sviluppare proposte educative più efficaci e che hanno avuto un certo successo in ambito anglosassone.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Luca Giorgini
Luca Giorgini, 33 anni, ha il Baccellierato in Teologia e ha frequentato un corso annuale di “Handicap e Svantaggio nell’apprendimento”. Attualmente sta conseguendo la Laurea Specialistica in “Antropologia Culturale ed Etnologia”. Lavora come educatore in ambito scolastico e territoriale con ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Ama il suo lavoro, leggere e fare due chiacchiere con gli amici.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 103 millisecondi