2009
12
Ott

Quando La Notte

Commenti () - Page hits: 850
Pagg.203 Euro 16
Feltrinelli Editore

Marina è una donna sposata che va a vivere, con il piccolo figlio Marco, in montagna, per rilassarsi in attesa del marito che li porterà a trascorrere le vacanze al mare. Affitta un appartamento di proprietà di Manfred, una guida che abita solo al piano di sopra. Due personalità diverse, due realtà a confronto, l’uomo e la donna, la città e la montagna, che si limitano semplicemente a salutarsi, fino a quando una notte succede un imprevisto. Mandred sente il bambino piangere, scende, e vede Marco con il viso imbrattato di sangue, dovuto alle ferite riportate dai vetri delle bottiglie rotte e Marina , immobile, ammutolita,  incapace di prendere qualsiasi decisione. Lo porta in ospedale, gli danno sei punti di sutura e Manfred incomincia ad odiare la donna perché è convinto  che è stata lei, in un momento di sconforto, a fargli sbattere la testa.  Un segreto, questo dell’incapacità di Marina di fare la madre, che solo il montanaro conosce e che accentua il suo odio verso le donne, in virtù di un passato turbolento alle spalle. L’uomo è    burbero, misantropo, una “maschera” per nascondere le sue fragilità, in quanto  è stato prima abbandonato dalla madre, fuggita con un altro in  America, lasciando il marito Gustav e tre figli maschi,   e poi dalla moglie Luna che si è portata via i due figli in città.  Un favore, questo di Manfred, che Marina ricambia salvandogli la vita, quando, una notte, non vedendolo ritornare a casa, chiama i carabinieri che lo trovano in un burrone. Viene operato, perde l’uso di una  gamba, Marina lo va a trovare in ospedale dove i due si baciano. Si amano, nonostante le diversità,  ma “la vita li ha presi a calci”, la donna deve “verificare i conti che con il buio che ha dentro” e, pur essendo innamorati, Marina lascia la montagna e la casa presa in affitto.  La storia ha un seguito 15 anni dopo, ma rivelarlo sarebbe fare un torto sia all’autrice che ai lettori. Dopo “ La bestia nel cuore”, “L’illusione del bene” e “Bianco e nero “, la scrittrice continua nel suo “viaggio” alla ricerca dei meccanismi psicologici che caratterizzano  l’animo umano, il passato che, inevitabilmente, non si riesce a dimenticare e che condiziona le nostre scelte. In “Quando la notte”, la Comencini, (pur se non fa riferimento al delitto di Cogne n.d.r.)  mette in evidenza la difficoltà di una dona di essere madre, di crescere un bambino, presa da mille problemi, perché fa dire ad un personaggio” gli uomini ci vogliono madri, moglie, truccate e sempre belle”. Il libro è intenso, a tratti claustrofobico e tetro,  perché, oltre alla storia non certamente felice,   si svolge tra l’appartamento di Marina e il rifugio del fratello di Manfred, Albert sposato con  Bianca e le giornate sono uggiose, come la storia, caratterizzate dalle bufere e dalla neve.  Il rapporto uomo- donna viene sviscerato dall’autrice in tutti i suoi aspetti, i rapporti fra i due personaggi sono di odio- amore( facce della stessa medaglia) e la scrittrice introduce un piano narrativo duplice , alternando dialoghi interpersonali di Manfred e di Marina. Libro, questo,  più tetro dei precedenti,  intriso di dolore, di passione, di rabbia, di amore. Solo quest’ultimo, è il pensiero che intende trasmettere la scrittrice, ci potrà salvare dalle amarezze e dalle pene vissute durante le nostre vite.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 84 millisecondi