2009
8
Gen

Sulfureo

Commenti () - Page hits: 1100
Casa Editrice: EdiGio’
Genere: Racconti
Anno Edizione: 2007
Codice ISBN: 978-88-6205-057-9
Pagine: 76
  
Affetti familiari, a volte, opprimenti, l’amicizia tradita fra carcerati, il senso d’inferiorità di un adolescente, la prostituzione, la solitudine degli anziani, i bambini e la disubbidienza alle regole imposte dai grandi, la pedofilia, il sensus culpae,ecc., fanno da sfondo, conferendo serietà di tono, ai sedici racconti dell’antologia Sulfureo, titolo che fa ricordare i vapori sulfurei emanati dal sottosuolo, creduti un tempo opera del diavolo, il cui odore, quindi, fosse quello aspro e poco gradevole dello zolfo. 
Gli autori, Stefano Borghi e Gaia Conventi, autrice della copertina, che hanno scritto “a quattro mani”, in modo lineare e chiaro e su una trama semplice, L’Anagramma, con cui hanno partecipato a vari concorsi letterari, riescono ad incuriosirci e a sorprenderci, per es. con Amare, in cui drammi ed efferatezze estremi e contro natura sono presentati come semplici e scontati metodi sbrigativi di problemi sociali ed umani, non senza allusioni agli aspetti più brutti della nostra civiltà, con Amici, con La casa di campagna, con il piacevole mistero che avvolge Il giardino sepolto, con gli spruzzi d’orrore de Il gioco e de L’organista, che il lettore inutilmente cerca in Risvegli, che pure ha una trama un po’ più elaborata.
Il diavolo, onnipresente, nelle vesti crudeli e malvagie della vendetta o di chi uccide quasi per gioco, fa capolino sotto mentite spoglie in L’organista e si manifesta con voci moderne in L’assassino, racconto che ben interpreta gli aspetti psico-sociali e i pericoli connessi all’uso d’Internet. Le ultime righe di ogni racconto ci svelano, quasi sempre, l’intrigo, che perlopiù viene fuori in maniera un po’ scontata. I “racconti in giallo e nero” (sottotitolo di Sulfureo) non sono altro che lo specchio della fragilità umana, emergente nell’eterna lotta tra Bene e Male. Ci piace ricordare che gli autori di Sulfureo si sono conosciuti in rete e che diverse sono le loro pubblicazioni on line come, per es., la raccolta di racconti I deliziosi delitti di Little Town di Gaia Conventi su LaTelaNera.com e su EbookGratis.net e le raccolte antologiche di Stefano Borghi pubblicate con Penna d’autore e per Ed. Fiori di campo.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simonetta De Bartolo
Simonetta De Bartolo, recensore ed intervistatrice, è conduttrice de “Lo Scaffale”, rubrica di recensioni letterarie di www.patriziopacioni.it autentico web-magazine dedicato alla scrittura e a ogni altra forma di espressione artistica, alla solidarietà e all’’attualità. Nata a Cosenza, si è laureata in Lettere moderne, sottoindirizzo artistico, all’Università della Calabria, e ha condotto ricerche in campo etnologico. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari e, per alcuni anni, ha fatto parte delle redazioni de La Tela Nera e di Progetto Babele, dell’Associazione culturale “Il Foglio” e del comitato di lettura di «NetEditor», sito su cui ha pubblicato recensioni, racconti e poesie. Ha collaborato con “Il Foglio Magazine” e alla pubblicazione di un volume pensato dagli editori della rivista «Italian Culture», organo ufficiale dell’Aais (Associazione americana per gli studi di italianistica). Sulla rivista «Encuentro de la cultura cubana», ha pubblicato una recensione del volume di autori vari, curato da William Navarrete, Versi tra le sbarre, dato alle stampe nel 2006 dalle Edizioni Il Foglio di Piombino (Livorno). Collabora con le e-zine Progetto Babele, Segreti di Pulcinella, StradaNove e KULT Underground; con i siti Web La Tela Nera, che, nel 2004, le ha pubblicato alcune recensioni nell’e-book antologico “Sangue sui libri”, con Opera Narrativa, KULT Virtual Press. Fa parte dello Staff del portale culturale “L(‘)abile traccia”. In questi ultimi anni si è segnalata e distinta anche nel settore delle interviste letterarie Per La Tela Nera, dopo aver recensito alcune importanti loro opere, ha dialogato con gli scrittori Davil Buio, Andrea Moneti e il caporedattore e fondatore di Progetto Babele, Marco R. Capelli; Per Progetto Babele con Francesco Gitto, Vittorio Bongiorno, Fabio Marangoni, Patrizio Pacioni. Infine, per www.patriziopacioni.it, Sacha Naspini e lo stesso Patrizio Pacioni.
MAIL: Simonadebartolo@libero.it
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 71 millisecondi