:: Home » Articoli » 2008 » Maggio
2008
4
Mag

Il Campo Del Vasaio

Commenti () - Page hits: 1000
Sellerio
 
Un uomo viene trovato morto, dopo circa due mesi dallomicidio,  in una zona argillosa. E’ stato ucciso con un colpo alla nuca, fatto in trenta pezzi come i trenta denari che  Giuda,  dopo avere tradito Gesù  e il  relativo pentimento, donò ai sacerdoti del   Sinedrio che acquistarono  un terreno. E’ un pezzo di terra infido,  che ricorda i tradimenti questo campo del vasaio dove viene rinvenuto il cadavere di un vigatese , figlio di un boss mafioso ucciso in Colombia, imbarcato , come secondo comandante sulle navi di lungo corso. Sembra un tipico delitto di stampo mafioso, la simbologia   ha,  nella mafia, un ruolo di primaria  importanza e i segni dell’omicidio sono chiari ed inequivocabili,ma il  tradimento, tema centrale  di questo romanzo, si annidia l’interno del commissariato di Vigata. A portare  scompiglio è  una bellissima donna, Dolores, una colombiana che denuncia la scomparsa del marito e che cerca di depistare le indagini, compromettendo il rapporto di fiducia fa Montalbano e Mimì Augello. Il commissario , come “un poviro puparo di una mischina opera di pupi” risolverà il giallo dell’identità del morto, della sua uccisione, riuscirà a ripristinare il rapporto con il suo vice e a smascherare il maldestro tentativo dell’ affascinante   donna. Il campo del vasaio ci presenta un Montalbano , apparentemente stanco, ma in realtà capace, da solo, di risolvere il giallo del cadavere e di  evitare che un tradimento si realizzi all’interno del suo posto di lavoro E’ un commissario che dialoga sempre più con se stesso, che si interroga non solo sull’ omicidio,   che intuisce il tradimento dalla lettura del libro “ La scomparsa di Patò” dello stesso autore, quasi a volere identificare in una sola persona sia lo scrittore che il protagonista. Lo scrittore imbastisce una trama narrativa originale, che disorienta il lettore con un finale originale e sorprendente. Camilleri caratterizza egregiamente i personaggi descritti dando loro spessore e personalità, tratteggia stupendamente la figura di Dolores, ci regala un altro romanzo intenso, forte, un giallo dove non mancano pagine di acuta ironia. Lo  scrittore, nonostante  abbia pubblicato innumerevoli libri, sia su Montalbano che romanzi storici, non ha perso  la  sua vena creativa. Centra sempre l’obiettivo: quello di offrire al lettore una trama articolata e complessa, disseminando  il libro di indizi, disorientandolo, inchiodandolo alla lettura del testo narrativo sino alla fine del libro. La scrittura di Camilleri, infarcita,  come al solito, di frasi in dialetto siciliano, è unica: musicale, ritmica, coinvolge e affascina il lettore regalando intense  emozioni. L’ ironia dello scrittore è usata per stemperare le vicende drammatiche, come l’uccisione dell’uomo e fa sorridere il lettore. Diverse le scene esilaranti : il  dialogo  fra Montalbano e  i due funzionari dell’Antimafia,   l’incontro fra il commissario e la portinaia del condominio di Gioia Tauro, in nome della comune adesione alla monarchia,  un Catarella sempre più impacciato. Il campo del vasaio è un ottimo libro che merita di essere letto.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 77 millisecondi