:: Home » Articoli » 2008 » Maggio
2008
4
Mag

Non Avevo Capito Niente

Commenti () - Page hits: 800

Einaudi
 
Vincenzo Malinconio è il protagonista di questo romanzo dello scrittore napoletano. Separato dalla moglie Nives, psicologa, padre di due figli, è un avvocato che ha uno studio in una stanza condomininiale  arredata con mobili Ikea che chiama ripetutamene per nome  come se fossero la sua vera famiglia. Non ha nessuno che lo difende, non esprime, apparentemente idee politiche,   è un convinto assertore del concetto di dignità, è un uomo dignitoso, povero,  ma dotato di un involontario umorismo. Un personaggio particolare, la cui vita viene ad essere sconvolta da due eventi: la difesa di mister Fantasia, il camorrista Mimmo O Burzone e l’’amore che prova per lui il pubblico ministero più affascinante della Procura di  Napoli, Alessandra Persiano. Due eventi che gli fanno avere soldi, successo, sesso e amore, anche se resterà sempre l’avvocato Malinconico, un po’ fantozziano, un po’ il giovane Holden.. Lo scrittore ci regala un libro che, in un primo tempo, disorienta il lettore perché narra, in prima persona, fatti, personaggi e situazioni ironiche, a tratti paradossali. De Silva cambia completamente registro e stile narrativo rispetto ai suoi precedenti libri come “Certi bambini”, dove il protagonista è Rosario, un piccolo killer. Vi è  sempre Napoli sullo sfondo delle vicende narrate, ma il tono della scrittura è lieve, l’autore abbandona il noir, pretesto per le sue analisi sociologiche, per un genere diverso, apparentemente più disimpegnato, ma in realtà non mancano, per il lettore, spunti di riflessione. Surreali i dialoghi interiori del protagonista, come l’inizio: perché si va a passeggio alla fine di un amore, divertente le scene come l’interrogatorio del camorrista, il volpino che esce fuori quando entra qualcuno, i rapporti clandestini di sesso con la moglie, l’incontro con l’amante di lei al ristorante. Se lo scrittore voleva sperimentare un genere letterario diverso,  è riuscito nel suo intento,  anche se non mancano lacune e la narrazione, ogni tanto, non procede in maniera fluida. E’, comunque, un libro originale.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 58 millisecondi