2008
10
Feb

L’economia Delle Cose

Commenti () - Page hits: 700

FANDANGO EDITORE
 
Otto racconti compongono questo libro dell’autrice torinese,  al suo esordio narrativo. Racconti nei quali la Varvello ci descrive la scomparsa  di un marito mentre  fa la spesa con la moglie in un supermercato, di una madre angosciata ed impotente che assiste alla corsa del bob su cui si trova il figlio, di una coppia minacciata dalla presenza oscura ed inquietante di un uomo. Ma anche di Magda “la balena”, una ragazza grossa ed angosciata  che trascorre una giornata in montagna in compagnia di Giuseppe, pensando di avere trovato l’amore vero e non la violenza. Interessante è il racconto che dà il titolo al volume dove ci troviamo di fronte alla separazione di una coppia, con un marito che va via da casa davanti ad un figlio che abbraccia affettuosamente , figlio per il quale  “sarebbe stato come una specie di errore nell’economia delle cose, come se il mondo, tutt’a ad un tratto, avesse preso a girare al contrario”. I racconti sono legati da un unico filo conduttore tanto da comporre un mosaico: la precarietà dell’esistenza umana, i fatti nuovi, improvvisi, spesso inspiegabili che si verificano, la paura, spesso reale, sovente immaginaria, che ci accompagna nel corso della nostra vita e, non a caso, nell’esergo la scrittrice cita una frase di Wislawa Szymborska :“ogni inizio infatti è solo un seguito e il libro degli eventi è sempre aperto a metà”. Non vi è, lascia intendere la scrittrice,  nulla di scontato, il corso della vita non è sempre lineare, ma  soggetto a modifiche , il corso della vita e delle cose può mutare , specie in maniera negativa,  quando meno ce lo aspettiamo. Quello che  caratterizza questo libro, oltre i contenuti, è la scrittura:, poetica, ( non a caso la  Varvello è autrice di due raccolte di poesie) e riuscire a coniugare, in maniera magistrale,    contenuto e stile,  non è certamente cosa da poco per una esordiente della quale sentiremo sicuramente parlare in futuro.
 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 45 millisecondi