:: Home » Articoli » 2007 » Agosto
2007
27
Ago

Brucia Troia

Commenti () - Page hits: 750

 

 

Lo scrittore, prendendo a prestito, come titolo del suo nuovo romanzo, l’omonima canzone di Vinicio Caposella, ci regala una storia ambientata, fra gli anni ’50 e ’70 nella provincia italiana. Due mondi diversi, paralleli, si confrontano e si scontrano:da una parte “ Il Cantiere”, il quartiere periferico brutto, sporco, degradato, popolato da una miriade di personaggi che si dedicano, per sopravvivere, ad attività illecite, dall’altra il “ Buon cammino”, dove si trova  il beretrofio  “ Cherubini” dove domina la figura mistica di un ex missionario padre Ernesto, che dà vita alla “ Funzione meravigliosa”, una costruzione   con delle aureole ed arcobaleni di neon installate sulla statua della Madonna. Un personaggio in odore di Santità, un uomo che si oppone tenacemente al progresso che, come scrive lo scrittore toscano,  “non solo era arrivato, ma aveva intestini che funzionavano regolarmente”. Diversi sono i personaggi presenti in questo libro corale: Salvatore che scappa dai “ Cherubini” e va a vivere con Omero conosciuto come “ Miccina” perché da fuoco, su indicazioni dei proprietari che intendono intascare l’assicurazione, alle varie attività industriali che vanno sorgendo: destino di Salvatore che si incrocia con quello del “ Pampa”, altro ragazzo del ” Cantiere”, garzone macellaio, innamorato di Maddalena che andrà a finire ai Cherubini”. Un romanzo, la cui stesura è durata vent’anni, che ci una presenta un’ umanità degradata, di pasoliniana  memoria,  una religione vista come non come amore verso gli altri, ,ma come sofferenza ,  dolore e fanatismo e il fuoco rappresenta il filo conduttore del volume, fuoco che rappresenta l’unico modo dei diseredati per esprimere il proprio grido di dolore  nei confronti di una società che non li accetta. Il libro finisce con un rogo purificatore il giorno in cui l’Italia vince 4 a 3 la Germania ai campionati mondiali di calcio del 1970 e ,queste, sono le pagine più intense del volume. Premettendo che Veronesi è uno degli scrittori più interessanti, basti pensare a precedenti volumi come “Per dove parte questo treno allegro”, “La forza del passato”, “Caos calmo “,   quest’ultima fatica letteraria non convince del tutto: Troppi  i temi affrontati:  discrasia fra povertà e ricchezza, rapporto fra fede e popolazione, caratterizzazione dei personaggi non efficace, il libro stenta, sovente, il passo narrativo. E’ un romanzo interessante, ricco di spunti e di idee, non certamente il migliore dello scrittore toscano .

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Giuseppe Petralia
Giuseppe Petralia è giornalista pubblicistica dal 1984. Recensisce il primo libro ''Intervista sul socialismo italiano a Pietro Nenni'' a 18 anni, intervista apparsa sul periodico “Proposta Socialista”. Inizia a scrivere sulle pagine di ''Trapani Nuova'' e diventa, sempre nel 1981 corrispondente da Partanna (Trapani) de ''Il Giornale di Sicilia''. Collabora da dieci anni al periodico ''Il Belìce'', con recensioni di libri e articoli di cronaca e di politica. Ha collaborato con il periodico ''La Notizia-In'' e per quanto riguarda il web con il sito dello scrittore Antonio Messina, con www.belice.it e con libri.brik.it. Ha collaborato con recensioni ed interviste con la scrittrice Francesca Mazzucato e con ''I libri della settimana'' di Giancarlo Macaluso sul sito www.gds.it. Ha intervistato, fra gli altri, Vanessa Ambrosecchio, Simona Vinci, Domenico Cacopardo, Marco Vichi, Luca Di Fulvio, Ivan Cotroneo, Gabriella Imperatori, Paola Mastrocola, Grazia Verasani, Pietro Spirito, Teresa Ciabatti, Simona Corso, Alessandra Montrucchio, Enrico Remmert, Alessandro Perissinotto.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 55 millisecondi