:: Home » Articoli » 2007 » Aprile
2007
15
Apr

Fatale appuntamento a Parigi

Commenti () - Page hits: 800

Il 25 luglio 2000 è stata apparentemente una data qualsiasi. Provate a chiedervi dove eravate e cosa avete fatto quel giorno e con ogni probabilità non ve ne ricordereste se non per il fatto che è accaduto qualche cosa di particolare rilievo. Infatti, il volo dell’Air France da Parigi a New York fu appena abbozzato, perché il fiore all’occhiello della tecnica aeronautica anglo-francese, il supersonico Concorde, cadde subito dopo il decollo. Rivedo ancora le immagini dei telegiornali che mostrano l’aeromobile con una scia di fuoco e poi il luogo dell’impatto, che provocò la morte, oltre che dei passeggeri, anche di alcuni abitanti della zona, e mentre si snodano le sequenze rammento che all’epoca ero in un albergo della costa garganica.
Il fato, il destino che sembra presiedere a ogni istante della nostra vita ci viene riproposto in questo bel romanzo di Gabriele Tristano Oppo, una narrazione a metà fra la realtà della cronaca e la fantasia dell’autore.
Ci vengono così proposte le storie di quel 25 luglio di alcuni personaggi che furono protagonisti della tragedia, o per esservi periti, o per esservi scampati in modo del tutto casuale.
L’andamento della narrazione è frutto di un abile regia che riesce a comporre tasselli di vita autonoma, che finiscono per essere indissolubilmente legati dall’evento. E tutto questo sullo sfondo di una Parigi non da cartolina, ma immersa pienamente nel suo tempo.
Si indaga sulla psicologia degli attori, sui loro sentimenti, sui moti d’animo, ma con una mano leggera e discreta che conferisce al racconto un senso di benevola pietà per il destino che di lì a poco ai più sarà riservato.
Se in una prima parte c’è la presentazione di questi inconsapevoli attori e nell’ultima e terza parte viene ricostruito il dopo, cioè i giorni successivi alla tragedia, con il dolore dei familiari superstiti e la naturale gioia dei sopravvissuti, la seconda parte è quella più cruciale, perché fotografa gli ultimi istanti di vita delle vittime e di quelli che invece miracolosamente scamperanno. Questa fase intermedia è generalmente la più difficile perché può accadere che lo scrittore tenda a indulgere al compassionevole, ma in questo romanzo non accade. L’autore riesce infatti a mantenersi abilmente al di fuori della vicenda, con un distacco che perfino nei concitati istanti della caduta dona alla narrazione una realtà quasi oggettiva.
Scritto con mano sicura e abilmente strutturato Fatale appuntamento a Parigi è un romanzo di qualità e che si legge con piacere.

Gabriele Tristano Oppo è nato a Oristano. Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Cagliari. Specialista in Ostetricia e Ginecologia e in Medicina Legale. Libero docente di Clinica Ginecologica presso l’Università di Modena. Primario del reparto di ginecologia dell’Ospedale di Arezzo fino al 1992.
Ha pubblicato più di centotrenta contributi scientifici originali su varie Riviste italiane e straniere. La sua attività letteraria è stata apprezzata in occasione di numerosi concorsi di poesia, ottenendo diverse segnalazioni e premi.
Socio fondatore e Presidente dal 1997 dell’Associazione degli Scrittori Aretini “Tagete”.
Ha pubblicato: Il coraggio e i giorni, poesie (La Felce, Modena 1966); Countdown, poesie americane (Lodigraf, Lodi 1971); Se un’estate la solitudine..., racconti (Piccolo Teatro, Arezzo 1980); Il tuo essere donna, poesie (Lalli, Poggibonsi 1988); Storie di genetica ambiguità, due romanzi brevi (Solfanelli, Chieti 1992); Poker di donne, racconti (Tabula fati, Chieti 1997); Il rischio di amare, romanzo (Tabula fati, Chieti 1998); Pietro Aretino, saggio (Centro Studi Aretini, Arezzo 1998); Andrea Cesalpino, saggio (Centro Studi Aretini, Arezzo 1998); D’Annunzio e la terra d’Arezzo, saggio (Centro Studi Aretini, Arezzo 1998); Poesie per la memoria di un giorno, poesie (Centro Studi Aretini, Arezzo 1998); Giramondo, poesie (Alberti Editore, Arezzo 2001); D’Annunzio e la Sardegna, saggio (Accademia Casentinese di Lettere ed Arti, Borgo alla Collina 2002); Una donna tra due divise, romanzo (Tabula fati, Chieti 2002); Due colpi di pistola e Intrigo diplomatico a Londra, due commedie in tre atti (Ed. Le Maschere, Arezzo 2003); Barbarella. Il grande romanzo d'amore di Barbara Leoni e Gabriele d’Annunzio, romanzo storico (Tabula fati, Chieti 2004); Gli aretini nella storia dell’arte medica, saggio (Centro Studi Aretini, Arezzo 2004); L’arpa celtica, romanzo (Schifanoia Editore, Ferrara 2005); Morte in do minore, musical thriller (Edimond, Città di Castello 2006); Telefoninovelas. Viaggio attraverso l’Italia dei cellulari, racconti (Edimond, Città di Castello 2006); Fatale appuntamento a Parigi, romanzo (Tabula fati, Chieti 2007).

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Renzo Montagnoli
Renzo Montagnoli nasce a Mantova l’8 maggio 1947. Laureato in economia e commercio, dopo aver lavorato per lungo tempo presso un’azienda di credito ora è in pensione e vive con la moglie Svetlana a Virgilio (MN). Suoi racconti e poesie sono pubblicati sulle riviste letterarie Isola Nera, Prospektiva, Writers Magazine Italia e Carmina. E’ il dominus del sito culturale Arteinsieme (www.arteinsieme.net). Blog:  http://armoniadelleparole.splinder.com  
WEB: www.arteinsieme.net
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 841 millisecondi