:: Home ┬╗ Articoli ┬╗ 2007 ┬╗ Marzo
2007
22
Mar

Alchimie d'amore e di morte

Commenti () - Page hits: 1250

Ci sono scrittori, che scopri sul web, che magari ti colpiscono per un racconto o due. Cioè, girando sulla rete ti imbatti in un testo, e rimani colpito da una idea particolare, o da una immagine, e ti segni il nome dell'autore - mentalmente - in modo da cercarlo ancora - in modo da prestargli attenzione la prossima volta che ci sarà una prossima opera.

Di solito però è facile rimanere delusi. Di solito il racconto successivo è più debole di quel primo che ci ha catturati, oppure troppo diverso. Così che non riesce a ricrearti quell'insieme che ti aveva colpito inizialmente, e alla fine tieni, sì, ugualmente quel nome tracciato, ma sei consapevole che forse ci sarà qualcosa di valido, oppure anche no, nel suo prossimo momento letterario.

Poi ci sono invece altri scrittori - che scopri sempre sul web - che vedi subito che hanno già qualcosa in più. Che hanno già uno stile netto e definito. Che sanno già come comporre le cose - quali che siano - con un tono, un ritmo, che sa contraddistinguerli.
Chiaro - non tutto quello che scriveranno neppure questi autori ti piacerà, o almeno non ti piacerà allo stesso modo - ma la maggior parte delle volte sì - e in ogni caso, in ogni testo, ci sarà sempre qualcosa di particolare, di riconoscibile, che saprà dare il LA alla melodia delle parole facendoti echeggiare qualcosa in testa, qualcosa che ha il riff davvero giusto.

Uno di questi scrittori con una marcia in più - per me - è Giovanni Buzi. Un autore che ho avuto modo di apprezzare sul web, in e-book, con testi di varia lunghezza che hanno partecipato a concorsi che ho organizzato e - spesso - sulla carta. Con romanzi brevi - o, come in questo caso, con raccolte di racconti.
Giovanni Buzi - in realtà - non è solo uno scrittore ma anche un pittore. E forse - leggendo i sei racconti proposti in Alchimie d'amore e di morte (edito da Tabula Fati) questa cosa viene fuori. Perché il suo gusto per le descrizioni è davvero impregnato di dettagli e di colori. E l'orrore che propone - la paura o l'angoscia - o l'erotismo - tutte queste cose sono sature, nella sua prosa, di tonalità che sembrano create dalla somma di rapide pennellate (di parole), che compongono una atmosfera calda e antica insieme. Ed è questo che troverà il lettore in questo libro (dall'ottimo prezzo di 5 euro) - un insieme, cioè, di dipinti particolarissimi - a tratti surreali - che non hanno una base narrativa davvero autonoma (a parte il primo racconto gli altri sono intriganti ritagli più che architettura tout-court) quanto piuttosto un collage polimaterico che sa colpire per la forma ma anche per le ombre. Per l'assenza - strutturata - di un impianto che, appunto in questo modo, ribalta sul lettore il carico di una immagine - delicata o forte che sia - grazie ad una capacità evocativa molto peculiare.
Tra quanto proposto, se si dovesse per forza fare una classifica, varrebbe per me la pena di sottolineare in primo luogo un racconto ottimo come Vetro (scritto in prima persona scorrevole e perfetta) - oppure uno originale e accattivante come Blu zaffiro. Ma tutti i passaggi hanno almeno un aspetto che ce li farà ricordare. Sia poi questo punto un personaggio, una scena o una situazione.
Un volume di una sessantina di pagine - di un bel formato tascabile - vidimato (ciliegina sulla torta) dalla prefazione più che autorevole di Gianfranco Nerozzi.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Marco Giorgini
Marco Giorgini: (Modena, 21 Agosto 1971) responsabile del settore R&D in una delle pi├╣ importanti software house italiane che si occupano di linguistica applicata. Dal 1994 coordina la rivista culturale KULT Underground (www.kultunderground.org) e dal 1996 la casa editrice virtuale KULT Virtual Press (www.kultvirtualpress.com); autore di racconti e sceneggiature, ha contribuito ad organizzare mostre e concorsi letterari, tra cui ''Il sogno di Holden'', 8KO- e In Xanadu. Da marzo 2005 realizza una striscia a fumetti bisettimanale sul mondo degli esordienti, chiamata Kurt (www.kurtcomics.com).
MAIL: marco@kultunderground.org
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito ├Ę ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 74 millisecondi