2006
20
Ott

Io, l’Immortale

Commenti () - Page hits: 850

(Angela Catalini – Ennepilibri)

“Io, l’Immortale” è il secondo libro della scrittrice romana, e giunge ad un anno di distanza dalla raccolta di racconti “Fantasmi di mare”, entrambe edite da “Ennepilibri” di Imperia, casa editrice che opera controcorrente, non chiedendo nessun tipo di contributo agli autori e rilegando a mano ogni suo libro.
Un immortale vive da migliaia di anni una vita provvisoria, fatta di rapporti con persone destinate a lasciarlo nell’ora della morte, eppure definitiva nella sua tremenda costrizione a non morire mai. Il suo è un esistere senza vere passioni, anche perché ben conscio del fatto della terribile sofferenza che giungerebbe ogni volta, nella inevitabile separazione. Giunto ormai in un mondo sconvolto da guerre e catastrofi naturali, dove l’uomo è quasi estinto, e con lui la speranza, incontra una donna, Esra.
L’alternarsi di narrazione nel presente e di flashback è vorticosa (soprattutto nella parte iniziale, che descrive gli episodi salienti della lunghissima vita di Uberth, l’immortale), e riesce a catturare la concentrazione del lettore, così come la drammaticità del viaggio che Uberth deve affrontare. Nei flashback, l’autrice mette in risalto la violenza che sottendono i rapporti umani, e la cupa mancanza di giustizia in questo mondo, nel quale il protagonista, cosciente di tutto ciò, è destinato a vivere, disperatamente, per sempre. In un caratteristico finale tra i ghiacci dell’Antartide, che richiama vagamente quello di “Frankenstein” di Mary Shelley, nasce nonostante tutto un messaggio di speranza.
Ad Angela Catalini interessa, al di là della trama “fantasy”, scandagliare il rapporto amoroso tra due persone, scoprendone la grande necessità che rappresenta l’unico modo di sopravvivere: “Penso che un attimo, persino una frazione di secondo vissuta con la persona amata valga una vita intera. A cosa serve vagare per il mondo, conoscere milioni di individui, provare ogni tipo di esperienza se manca l’unico rifugio che vorresti?”.
Un libro che, tra riusciti brani di poesia e vari accenni psicoanalitici, è la riscoperta del valore unico del sentimento, che scaturisce incoercibile anche in situazioni estreme.

Angela Catalini – “Io, l’Immortale” – Ennepilibri - ISBN: 88-7908-103-9 – In libreria su ordinazione o su www.ennepilibri.it – Info: www.libriediti.splinder.com

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Massimo Turrata
Massimo Turrata è nato a Peschiera del Garda (VR) nel 1970. Grande cultore della Bellezza in tutte le sue forme, scrive in versi ed in prosa dal 1990. Dopo varie pubblicazioni su giornali e riviste nazionali e locali, dà alle stampe nel 2006 il suo primo libro, una raccolta di racconti dal titolo di ''Fiori di vetro''.
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 63 millisecondi