:: Home » Articoli » 2005 » Ottobre
2005
4
Ott

Come campa un uomo senza soldi?

Commenti () - Page hits: 800

(Fernando Bassoli - Giulio Perrone Editore)

Fernando Bassoli è uno scrittore che ama utilizzare il dialetto della sua terra, quel romanesco che Pier Paolo Pasolini ha portato al rango di lingua letteraria con Ragazzi di vita e Una vita violenta e che ha utilizzato per una lunga serie di pellicole d’autore. Leggere un romanzo di Bassoli fa rivivere le atmosfere fatte di polvere e sudore di Accattone o di Mamma Roma e non è difficile immaginare Sergio Citti nei panni di Spartacone e Ninetto Davoli nelle vesti di Sventrapapere. Certo, si può obiettare che Bassoli va meno in profondità di Pasolini, che è più leggero, meno letterario e più divertente, che usa l’arma dell’ironia e della risata greve invece del sarcasmo e della storia drammatica. Nessuno osa dire il contrario, ma fa piacere lo stesso imbattersi in un narratore come Bassoli che si abbandona alla narrazione verista dei bassifondi romani. Il suo stile è perfetto nella ricerca dei termini vivi di una lingua che cambia giorno dopo giorno e che non è più quella del Belli, pure se Bassoli rende un sentito omaggio pure ai suoi sonetti. Vi raccomando la lettura della poesia Er microbo che viene fatta declamare a uno dei personaggi della commedia umana messa in scena dall’autore. Il dialogo è sempre vivo e credibile, ben strutturato in una serie di rimandi e citazioni, durante i quali l’autore ironizza pure su se steso e sui suoi precedenti libri. Uno di questi libri scritti da Bassoli ho avuto la fortuna di pubblicarlo come editore e ve lo raccomando, s’intitola Il vero volto delle donne (edizioni Il Foglio – euro 7,50 – www.ilfoglioletterario.it – il foglio@infol.it). I temi che l’autore affronta sono sempre gli stessi e l’uso del dialetto serve a fustigare la politica e i costumi di un’Italia che cambia. Ridendo castigat mores, diceva qualcuno. E nel caso di Bassoli è proprio vero.
Se volete ordinare il libro collegatevi al sito www.giulioperroneditore.it.

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Gordiano Lupi

Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Collabora con La Stampa di Torino. Traduce gli scrittori cubani Alejandro Torreguitart Ruiz e Yoani Sánchez. Ha pubblicato molti libri monografici sul cinema di genere italiano per la casa editrice romana Profondo Rosso. Collabora con www.tellusfolio.it curando rubriche su Cuba, cinema italiano e narrativa italiana. Tra i suoi lavori più recenti: Cuba Magica – conversazioni con un santéro (Mursia, 2003), Un’isola a passo di son - viaggio nel mondo della musica cubana (Bastogi, 2004), Almeno il pane Fidel – Cuba quotidiana (Stampa Alternativa, 2006), Mi Cuba (Mediane, 2008), Fellini - A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Sangue Habanero (Eumeswil, 2009), Una terribile eredità (Perdisa, 2009), Per conoscere Yoani Sánchez (Il Foglio, 2010), Fidel Castro – biografia non autorizzata (A.Car, 2010), Velina o calciatore, altro che scrittore! (Historica, 2010). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009). Pagine web: www.infol.it/lupi


MAIL: lupi@infol.it
WEB:
www.infol.it/lupi
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 1218 millisecondi