:: Home » Articoli » 2005 » Aprile
2005
29
Apr

Istruzioni per rendersi infelici

Commenti () - Page hits: 1500

(Paul Watzlawick - Feltrinelli) 

 

 

Controcorrente ed anticonformista, Paul Watzlawick affronta il tema, non nuovo (Greenburg, Dan, How To Make Yourself Miserabile; Viverefelici-felici si nasce o si diventa? di Cristophe Andrè, etc…), dell’infelicità, fornendo chiare indicazioni su cosa fare per essere infelici e dimostrandoci, con esempi concreti e convincenti, che l’uomo fa di tutto per esserlo, per es. seguendo “auree massime”, come il “Sii fedele a te stesso”, fissate nella mente dal sano buon senso. Nell’incessante corsa verso un’utopica felicità, l’uomo si rende forse conto di raggiungere, al contrario e più facilmente, l’infelicità?

   Ciò che in un primo momento può sembrare un discorso irrazionale, infondato ed astruso sulla vita si rivela, poi, in tutto il suo realismo, un’analisi psicologica e antropologica sapientemente intrisa di fine umorismo. L’esposizione ironica e graffiante delle teorie, dei consigli induce un pizzico di tensione nel lettore, che, trasportato un po’ dalla loro ambiguità, ripercorre a ritroso, senza che se ne accorga, il ragionamento, per poter cogliere il vero nesso logico di esempi intelligenti, curiosi, spiritosi e di esercizi che, pur nella loro banalità, ci fanno capire, con pungente simpatia, come il nostro pensiero sia fonte di qualsiasi convincimento, causa di ipocondria e di una continua percezione alterata della realtà, come l’infelicità sia, anche, pretendere la spontaneità  e la felicità da se stessi e dagli altri,, non apprezzare ciò che la vita ci offre, credere di non essere degni d’amore, innamorarsi di una persona che non potrà mai ricambiare, essere diffidenti, ecc.. A supporto delle teorie, l’autorità di citazioni letterarie scelte magistralmente, di luoghi biblici significativi, di riferimenti culturali efficienti, alleggeriti da aneddoti divertenti e aforismi eloquenti.

   Una indagine sull’esistenza umana, che, dominata da un surrealistico pessimismo e da “rapporti di collusione”, diviene un gioco “a somma zero” se la vittoria di un giocatore avviene solo con la sconfitta dell’avversario e senza alcun danno per il primo. Ma, non sarebbe meglio se fosse “a somma diversa da zero”, in cui tutti vincono o perdono allo stesso modo?

   Una brillante e pacata filosofia di vita portata avanti attraverso un cammino buffo e tortuoso, che si conclude con la sentenza “L’uomo è infelice perché non sa di essere felice”

 
:: Vota
Vota questo articolo: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 (1 = scarso - 5 = ottimo)
 
:: Simonetta De Bartolo
Simonetta De Bartolo, recensore ed intervistatrice, è conduttrice de “Lo Scaffale”, rubrica di recensioni letterarie di www.patriziopacioni.it autentico web-magazine dedicato alla scrittura e a ogni altra forma di espressione artistica, alla solidarietà e all’’attualità. Nata a Cosenza, si è laureata in Lettere moderne, sottoindirizzo artistico, all’Università della Calabria, e ha condotto ricerche in campo etnologico. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari e, per alcuni anni, ha fatto parte delle redazioni de La Tela Nera e di Progetto Babele, dell’Associazione culturale “Il Foglio” e del comitato di lettura di «NetEditor», sito su cui ha pubblicato recensioni, racconti e poesie. Ha collaborato con “Il Foglio Magazine” e alla pubblicazione di un volume pensato dagli editori della rivista «Italian Culture», organo ufficiale dell’Aais (Associazione americana per gli studi di italianistica). Sulla rivista «Encuentro de la cultura cubana», ha pubblicato una recensione del volume di autori vari, curato da William Navarrete, Versi tra le sbarre, dato alle stampe nel 2006 dalle Edizioni Il Foglio di Piombino (Livorno). Collabora con le e-zine Progetto Babele, Segreti di Pulcinella, StradaNove e KULT Underground; con i siti Web La Tela Nera, che, nel 2004, le ha pubblicato alcune recensioni nell’e-book antologico “Sangue sui libri”, con Opera Narrativa, KULT Virtual Press. Fa parte dello Staff del portale culturale “L(‘)abile traccia”. In questi ultimi anni si è segnalata e distinta anche nel settore delle interviste letterarie Per La Tela Nera, dopo aver recensito alcune importanti loro opere, ha dialogato con gli scrittori Davil Buio, Andrea Moneti e il caporedattore e fondatore di Progetto Babele, Marco R. Capelli; Per Progetto Babele con Francesco Gitto, Vittorio Bongiorno, Fabio Marangoni, Patrizio Pacioni. Infine, per www.patriziopacioni.it, Sacha Naspini e lo stesso Patrizio Pacioni.
MAIL: Simonadebartolo@libero.it
:: Articoli recenti
 
KULT Virtual Press e KULT Underground sono iniziative amatoriali no-profit - per gli e-book e per gli articoli fare riferimento alla sezione Copyright
Webmaster: Marco Giorgini - e-mail: marco @ kultunderground.org - Per segnalazioni o commenti inviare una e-mail a: info @ kultunderground.org
Questo sito è ospitato su server ONE.COM

pagina generata in 47 millisecondi